NEEM – AZADIRACHTA INDICA

adv      

 

di Anna Pagliarone

Sinonimi popolari: Nimba, Arishta

Il Neem è una pianta della famiglia delle Meliacee, originaria delle regioni dell’Himalaya meridionale e della Birmania, diffuso in India, Africa, America Centrale, Caraibi e Filippine. Può raggiungere i 30 metri di altezza, circa 2,5 metri di circonferenza e, avendo un legno resistente alle termiti, viene utilizzato per la costruzione di abitazioni e mobili. Sin dai primi scritti al riguardo, dei medici sancriti, si riportano i benefici dall’utilizzo della totalità della pianta; in India viene indicato proprio come “la farmacia del villaggio”.

adv

Lo studio in Occidente dell’efficacia dei suoi principi è però solo relativamente recente. Il Neem è un antiparassitario naturale, può essere impiegato sulla persona, ma anche nell’ambiente. Neutralizza infatti i parassiti come acari, pidocchi e afidi sia allo stadio larvale che di uova; inoltre è possibile usarlo in agricoltura come antiparassitario ed (non le uccide, le allontana solo) da spruzzare nell’ambiente o sul corpo. Nella medicina Ayurvedica la polvere di Neem è considerata adata sia alla cura dei capelli, che della pelle.

Il suo utilizzo risulta un ottimo trattamento cosmetico per l’eccessiva secrezione sebacea del cuoio capelluto anche con presenza di forfora. Rinforza lo stelo del capello, donandogli tono e corposità. Del Neem vengono utilizzati le foglie e i semi.

Le proprietà terapeutiche sono: immunostimolante, antinfiammatorio, antibatterico, antimicrobico, antiparassitario. Regolatore della glicemia. Infezioni batteriche e virali: bronchiti, cistiti, gastroenteriti e parassitosi intestinale, parassiti intestinali, candida ed infezioni fungine.

Infiammazioni e ulcere dele mucose: disturbi del cavo orale, afte, stomatiti, carie, piorrea, ulcera gastroduodenale. Deficit del sistema immunitario, mal di testa, distrubi del fegato, squilibri della glicemia, sovrappeso, febbre, dolori muscolari.

Uso topico dermatologico: bruciore, prurito, scottature, pelle sensibile, eczema, herpes, forfora, insetto-repellente, antipediculosi, idratante, ristrutturante. Inoltre, l’olio di Neem è impiegato in saponi, detergneti cutanei e shampoo.

È stato dimostrato non essere tossico per i mammiferi, gli uccelli e altre specie animali. Lo spray al Neem può essere utilizzato anche in casa, sul divano o sul letto per combattere gli acari. A tale scopo, ricordiamo che in commercio esistono numerosi prodotti a base di neem utilizzati per contrastare acari, afidi o pidocchi.

Le foglie di neem possono essere utilizzate per preparare un infuso da bere e si possono trovare nei negozi specializzati, anche online, altro utilizzo è come tintura madre o come già descritto per uso topico.

Sconsigliato l’uso del neem in caso di ipersensibilità a uno o più componenti. In gravidanza è in studio la possibilità di aborto in caso di uso prolungato di neem per via interna, pertanto ve ne sconsigliamo l’uso.

Le foglie per fare il tè al neem non devono essere utilizzate da donne incinte o che cercano di concepire. Nei bambini sono possibili danni al fegato in caso di massiccio uso di questa sostanza.

 

adv