8.7 C
LECCE
giovedì, febbraio 22, 2018

13/6 Fashion Holidays On The Road

12653586 - asphalt road in green meadow belarus golden sunset

Emozioni in Movimento 

Il viaggio Leuca – Sassari della Crew di Fashion Holidays 8 raccontato live sulla pagina Facebook di Fashion Holidays Italia

 

L’appuntamento è per Martedì 13 Giugno 2017
su @fashion.holidays.italia

 

 

IL FORMAT

Ditutto, in occasione dell’evento Nazionale “Fashion Holidays 8 Village” che realizzerà – in collaborazione con la White Fashion – al Villaggio Rasciada di Castelsardo (Ss) dal 14 al 21 giugno 2017, ha ideato e messo in campo un nuovo format:  “Fashion Holidays On The Road” che racconterà, in diretta e in differita, con foto e video, il viaggio della Crew di Fashion Holidays8 da Leuca a Sassari.

Emozioni, curiosità, paesaggi e tanto altro ancora sarà condiviso con gli utenti internet che vorranno seguire il viaggio della Crew sulla pagina Facebook ufficiale @fashion.holidays.italia

CURIOSITÀ

Nell’auto ufficiale di  “Fashion Holidays On The” Road sarà installata una videocamera che riprenderà la Crew durante l’intero viaggio e le cui immagini saranno inserite nel video racconto “Fashion Holidays On The Road – il Viaggio” che sarà prodotto al termine dell’evento.

– official sponsor –

– official carrier .

banner_mpm_v

 

– internet service –

alternatyva_b&c

 – media partners –

 – zoom –

SASSARI. 14-21/6 Fashion Holidays Village – Sardegna

SASSARI. 17/6. “Un giorno da Modella per Fashion Holidays Italia” sarà l’evento cool di Fashion Holidays 8 al Villaggio Rasciada Club di Castelsardo

Villaggio Rasciada Club: prenota la tua vacanza in Sardegna in occasione di Fashion Holidays 8

 

Parlano dell’evento

 

Fai.Informazione

http://fai.informazione.it/7CA1264B-D07B-46C8-843D-9410EF63EA73/Arriva-Fashion-Holidays-On-The-Road-Emozioni-in-Movimento

Notizie Nazionali

http://www.notizienazionali.net/notizie/costume-e-societa/15970/arriva-fashion-holidays-on-the-road—emozioni-in-movimento

EmusicBlog

http://www.emusicblog.it/2017/03/27/arriva-fashion-holidays-on-the-road-emozioni-in-movimento/

Le News

http://www.lenews.info/2017/03/arriva-fashion-holidays-the-road-emozioni-movimento/

Metropolino

http://www.metropolino.com/news/fashion-holidays-di1.php

Lombardia Press 

http://www.lombardiapress.it/lombardiapress/portale/index.php?com=13270

 

Sushi Disco & Reggaeton

http://sushidiscoreggaeton.com/post/158886931083/arriva-fashion-holidays-on-the-roadmore

Clubbing Italy

http://clubbingitaly.com/post/158886923188/arriva-fashion-holidays-on-the-road-more

Informazione.eu 

http://spettacoli.informazione.eu/notizie/4541_arriva-fashion-holidays-on-the-roademozioni-in-movimento

Infonotizie

http://www.infonotizie.com/articolo/14325:arriva_fashion_holidays_on_the_road_-_emozioni_in_movimento

AllaDiscoteca

http://alladiscoteca.over-blog.it/2017/03/arriva-fashion-holidays-on-the-road-emozioni-in-movimento.html

Fashion Clubbing

http://fashionlclubbing.blog.kataweb.it/2017/03/27/arriva-fashion-holidays-on-the-road-emozioni-in-movimento/

 

Giovanni Galvani – “House EP” (Petra Beat Records)

Il nuovo EP di Giovanni Galvani si chiama “House EP” ed esce su Petra Beat Records, label italiana che sta dando spazio a tanti nuovi talenti.

La bella musica infatti unisce e “House”, la title track, è disponibile anche nel remix di Circle Beat, un altro degli artisti di Petra Beat Records. Una voce profonda, un sound ipnotico e un beat che è difficile da dimenticare: “House EP” di Giovanni Galvani arriva alle radici della musica tech house anche nell’altra traccia del progetto, “Bass”. Giovanni Galvani è genovese, classe 1993, in console è già molto attivo ed ha diviso il mixer con Maurizio Schmitz (Cocoon Recording) e Bart Skils (Drumcode). I suoi set variano dalla deep house alla techno.

ENGLISH /// Giovanni Galvani – House EP (Petra Beat Records) /// Giovanni Galvani releases on Petra Beat Records a brand new project “House EP”.  Music always unites talents, and the title track, “House”, is available also in a remix by Circle Beat, another of the artists of italian label Petra Beat Records. A deep voice, a special house sound, a simple beat that you simply cannot forget: “House EP” by Giovanni Galvani reaches of heart of tech house music also in “Bass”, the other track the EP. 

Giovanni Galvani – House EP (Petra Beat Records)

https://www.beatport.com/release/house-ep/2200383

https://www.facebook.com/giovannigalvaniofficialpage

Touch Down Ibiza fa scatenare Milano: ogni giovedì e domenica al Sio Café 

 

Dopo aver fatto scatenare Ibiza nel corso dell’estate 2017, Touch Down continua a far muovere a tempo tutta l’Italia anche a febbraio e marzo 2018.

I party sono davvero moltissimi: da Riccione a Pisa, passando per Ragusa e Milazzo, Touch Down Ibiza fa scatenare una quantità impressionante di città, con le sue sonorità decisamente urban che si mescolano a ritmi americani e britannici.

Ma non è abbastanza, c’è una novità davvero hot per la città di Milano.

A partire dal 22 febbraio ogni giovedì e domenica la crew di Touch Down Ibiza fa scatenare il Sio Cafè, hot spot situato in zona Bicocca. In console a rotazione tutti i talenti di Touch Down, tra cui Dj Dropsy, Dj Aldivas, Mc Cece, Don Cash, Enz Benz (…). Per chi ha voglia di muoversi a tempo di sonorità internazionali è una gran bella notizia.

Touch Down è nato ad ibiza a Maggio 2017. Ha scatenare l’isola della musica in templi come Eden, Ibiza Rocks e Ocean Beach Ibiza. Resident nei Party ibiza e’ stato Fat man Scoop e tutta la Crew di Dj UK e Italiana che da settembre segue anche il tour europeo del format. Il party è stato creato da Level Up Milano con Ale Zuber, il creatore di I am a RichBitch, il celeberrimo Reggaeton Hip Hop che fa scatenare l’immenso Privilege di Ibiza.

Touch Down Ibiza

https://www.facebook.com/touchdownibiza/

Sio Cafè Milano

Via Libero Temolo, 1 (angolo Piero e Alberto Pirelli 6), Milano

info 348 250 8201

https://www.facebook.com/siocafe/

Vida Loca: il party urban più caliente il 24/02 torna al Nikita #Costez di Telgate (BG)

Non si ferma l’infinito tour di Vida Loca, one night che propone in alcuni dei top club italiani un mix vincente di reggaeton, hip hop, pop e dancehall. Più precisamente, Vida Loca il 24 febbraio torna a far scatenare a ritmo di urban il Nikita #Costez di Grumello del Monte / Telgate (BG). Il binomio Costez – Vida Loca è un successo assoluto da tempo.

In particolare al mixer del Costez sabato 24 febbraio ci sono Sty Fly e Giulia Alberti, accompagnati dagli MC di Vida Loca… ma la musica è solo una parte degli show Vida Loca. L’impatto scenografico della festa è ormai vicino quello dei party ibizenchi più teatrali e mozzafiato: musica dal vivo, co2, costumi ed effetti scenici che sanno stupire, immensi cubi che danno una nuova atmosfera alle diverse location che ospitano la festa. Chi vive uno show Vida Loca difficilmente non resta a bocca aperta.

Il suo sound e la sua atmosfera hot sono davvero coinvolgenti ed il successo di Vida Loca continua a crescere. Il motivo di questo successo, in fondo, non è così difficile da capire. Un party Vida Loca è uno vero show collettivo che prende vita in discoteca. Il ritmo è urban, ovvero mescola il meglio di hip hop, r’n’b, pop, reggaeton… E sul palco vanno solo artisti che colpiscono al cuore, con scenografie, e costumi che sanno creare meraviglia in chi balla. Dj, vocalist, performer, ballerini, mascotte, scenografi, coreografi, professionisti degli effetti speciali (…) sanno come dare emozione, ma non sono mai i protagonisti assoluti degli eventi Vida Loca. Al centro di tutto c’è sempre il pubblico, unico punto di riferimento della squadra Vida Loca. Live show e performance di ballo si fondono col dj set creando un tutt’uno che colpisce. Il clima di festa quando lo staff Vida Loca arriva in un locale è folle, scatenato. L’impatto scenografico della festa è ormai vicino quello dei party ibizenchi più teatrali e mozzafiato: co2, costumi ed effetti scenici che sanno stupire, immensi cubi che danno una nuova atmosfera alle location….

Evento Facebook con tutti i dettagli (prezzi, orari)

https://www.facebook.com/events/406114246499659/

https://www.facebook.com/VidaLocaofficialparty/

 

Nikita #Costez – Grumello del Monte / Telgate (BG) (disco)

Info e prenotazioni: 3335227902

via dei Morenghi 2 Grumello del Monte (BG)

 

Federico Scavo sul palco di Sunbreak Malta – Club MTV (28 aprile – 1 maggio 2018)

Dopo la presenza degli Ofenbach, star di prima grandezza in ambito pop dance (la loro “Be Mine” è stata la canzone più suonata dalle radio italiane, la più recente “Katchi” sta avendo lo stesso successo),  Sunbreak Malta – Club MTV annuncia un altro protagonista musicale del festival, in programma dal dal 28 aprile all’1 maggio 2018: sul palco il 29 aprile ci sarà anche l’italiano Federico Scavo.

La sua house potente e infuocata fa da tempo scatenare i top club italiani ed internazionali. Toscano, Federico Scavo si è guadagnato rispetto e notorietà a livello mondiali. Ogni weekend gira il mondo facendo ballare top club in Russia, in Florida, a Dubai. Il suo personale sound mescola sonorità innovative funky house ed electro. Nel 2002, la traccia cover “Another Brick in the wall”, con lo pseudonimo Pink Coffee, lo consacra nell’universo clubbing. Da lì a breve, come solista, metterà a segno un colpo dopo l’altro: dall’arcinota “Strump” a “Funky Nassau”, da “Balada” a “Live your Life” a “Parole Parole” è davvero raro che sbagli un colpo… I suoi radioshow, spesso disponibili anche su Spotify, vengono ascoltati da migliaia e migliaia di persone in tutto il mondo, perché la musica di Scavo mette energia a tutti.

Dopo il successo del 2017, dal 28 aprile all’1 maggio 2018 torna Sunbreak Malta – Club MTV. E’ lo Spring Break più pazzo d’Europa, ovvero una vacanza di primavera già attesa e sognata da migliaia di ragazze e ragazzi di tutta Europa, soprattutto italiani, francesi e belga. Chi durante l’inverno è alle prese con appelli, esami e libri può infatti già sognare un weekend infinito, tutto da vivere con gli amici e col sorriso sulle labbra.

Sunbreak Malta – Club MTV sono 4 giorni e 3 notti, da passare su un’isola situata nel cuore del Mediterraneo, a Sud della Sicilia, ovvero un luogo perfetto per stare in spiaggia in costume anche a fine aprile. Scegliere il colore perfetto per le infradito e ricordarsi della crema solare saranno gli unici problemi per chi ha studiato per un lungo, lunghissimo inverno. Sunbreak Malta – Club MTV propone voli da Milano, Roma e Palermo e diversi tipi di soluzioni. Non manca un pacchetto All Inclusive per lasciare a casa tutti i pensieri.

Sunbreak Malta – Club MTV 2018 è una vacanza perfetta per ricaricare le batterie, su un’isola conosciuta per la sua nightlife, la sua cultura, e una natura sempre protagonista. Chi partecipa all’evento si gode eventi serali con i migliori dj internazionali (il line up completo sarà comunicato nelle prossime settimane, è già stata annunciata la presenza dei francesi Ofenbach, vere star in ambito dance e deep house), beach party al tramonto, boat party scatenati, un beach club riservato a tutti i Sunbreaker. Tra le location coinvolte l’Uno Village, Café del Mar e Gianpula Village, mentre i Sunbreaker possono scegliere tra il Beach Garden Hotel ed il St. George’s Park. Chi indossa il braccialetto Sunbreak ha poi diritto a sconti ed agevolazioni di ogni tipo in tutta l’isola (bar, ristoranti, noleggi, escursioni extra).

Facebook.com/sunbreakmalta

Instagram.com/sunbreakmalta

www.sunbreakmalta.com

 

Benny Camaro – Techno Synth (Electroscene) Out Now (by KUMUSIC)

Nuovo singolo per l’eclettico dj producer italiano Benny Camaro: il brano si chiama “Techno Synth”, esce sulla label Electroscene ed è promosso come sempre da Kumusic, agenzia italiana specializzata nel supportare dj, club, label e tutto ciò che gira intorno al clubbing e la musica da ballo, non solo nel nostro paese.

“Techno Synth” fa tutto ciò che promette il titolo: è un treno, potente, ipnotico, che non lascia scampo. Secondo Beatport, più che techno, è un brano a metà tra funky, groove e jackin’ house.

In realtà, questo brano, in 5 minuti ed 8 secondi va dritto verso il futuro della musica da ballo, con un tasso di energia particolare, quasi unico nel piatto panorama delle release musicali di questo periodo, un periodo in cui di energia se ne sente ben poca.

Benny Camaro – Techno Synth (Electroscene) Out Now (by KUMUSIC)

https://open.spotify.com/track/3cBJ2zZbjCbiUxKsCZpPjx

https://www.beatport.com/release/techno-synth/2212015

www.kumusic.it

 

Benny Camaro

https://www.facebook.com/djbennycamaro/

Dj affermato, musicista e produttore ormai affermato (…) Benny Càmaro non sta fermo un attimo. La carriera di producer l’ha intrapresa da tempo, pubblicando musica su label di riferimento (No definition, Armada Music, Toolroom, Enormous Tunes, Zulu Records, Pornostar recordings, Jango Music, Tiger Records). Tra gli altri collabora strettamente con artisti del calibro di Robbie Rivera. Come dj, Benny Càmaro ha iniziato giovanissimo, nel 1998. Dal 2005 lavora con continuità nei club, partendo dalla Costa Smeralda, facendo ballare tutti i più importanti club della zona (Sottovento, Sopravento, Billionaire, Phi Beach)… 

Cresce anche fra i giovani italiani il fenomeno del Gap Year, un momento di crescita e arricchimento personale e professionale

Un trampolino di lancio per una carriera internazionale

 “L’esperienza con EF mi ha aiutato moltissimo nello scegliere la persona che volevo essere. Mi ha fatto visitare Oxford, una città magnifica, dove ho conosciuto persone provenienti da ogni parte del mondo, con cui ho condiviso esperienze e ricordi. Questo viaggio mi ha aiutato a costruire il mio futuro e ha realizzato il mio sogno di studiare in una città importante come Londra. Le lezioni e la passione degli insegnanti hanno fatto si che il mio inglese migliorasse notevolmente e i loro preziosi consigli mi hanno aiutato nella scelta delle università a cui fare richiesta di ammissione. Oggi, studio nella mia first choice university e non ho assolutamente alcun problema nel seguire le lezioni o nell’affrontare gli esami anzi, mi sento molto più avvantaggiata e preparata grazie a ciò che ho imparato con EF.” Patrizia, 19 anni

La laurea paga ma in certi casi solo all’estero

Partire è sempre fonte di nuove opportunità: è in crescita il numero di giovani italiani che scelgono di integrare il percorso universitario con un anno all’estero, che permette loro di porre le basi per una carriera dal respiro internazionale. Il cosiddetto gap year, già molto diffuso nel resto d’Europa e negli USA, sta iniziando a riscuotere un successo crescente anche in Italia. In dettaglio, infatti, è rilevante la percentuale di studenti che, dopo l’anno di pausa, una volta raggiunto un livello avanzato nella lingua del Paese ospitante, decide di restare all’estero per ultimare gli studi e cercare lì un lavoro stabile.

Mind the gap

EF Education First – organizzazione leader internazionale nel settore dei corsi di lingue all’estero, vacanze studio, percorsi accademici e programmi di scambio culturale – promotore del gap year, sostiene che, se partire è un passo importante per crescere ed allargare i propri orizzonti, possedere una buona conoscenza delle lingue e dell’inglese in particolare, è fondamentale per avere successo. Frequentare un corso all’estero e, eventualmente, affrontare al contempo uno stage, immersi in una nuova cultura, permette non solo di progredire più velocemente e accrescere le proprie competenze linguistiche, ma anche di aprirsi al mondo, essere più flessibili, dinamici e propensi a lavorare in team. Acquisire, quindi, un insieme di soft-skill e di abilità sociali, interpersonali, comunicative e gestionali a cui i Responsabili delle Risorse Umane tendono a dare particolarmente peso nel corso di una selezione.

 Gap year, istruzioni per l’uso

L’anno sabbatico, a differenza di quello che potrebbe far intendere la traduzione italiana del “gap year”, non è affatto un periodo di pura vacanza. Si tratta di un momento di crescita, per scoprire il mondo con un’esperienza che, unendo l’utile al dilettevole, permette di viaggiare dagli Stati Uniti, all’Australia e all’Asia, imparare le lingue, lavorare, dedicarsi al volontariato o ad un’internship, per mettere a fuoco ciò che si vuole nel futuro e beneficiare di tutti i vantaggi che solo il bilinguismo e lo studio all’estero possono offrire.

Ma in cosa consiste esattamente il gap year?

EF ad esempio, propone un percorso formativo che dura dai 6 agli 11 mesi e che ha come intento il conseguimento del bilinguismo grazie ad un programma personalizzato e al supporto di un tutor accademico. Sono disponibili diversi piani di studio che rispondono alle esigenze e agli obiettivi di ogni partecipante, per aiutarlo nell’ottenere le competenze essenziali per la sua carriera accademica o professionale futura:

  • Programma accademico generale o intensivo: è un piano di studi volto al perfezionamento di tutte le competenze linguistiche, in modo rapido ed efficace, grazie al metodo EF Efekta™ Learning System. Inoltre, è possibile personalizzare il corso con dei focus su tematiche quali, ad esempio Business, Arte, Storia, Preparazione Esami ufficiali, etc;
  • Advanced Diploma: questo programma accademico ha come obiettivo quello di acquisire il linguaggio specifico di un particolare settore, come Business, Hotel & Tourism, Media & Art, Fashion & Design, International Affairs, etc;
  • Preparazione Universitaria all’estero: permette agli studenti di raggiungere le competenze linguistiche e accademiche necessarie per ottenere l’ammissione garantita in una delle 150 università Partner di EF in Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Australia, Singapore, Germania e Francia;
  • Anno Multilingue: si tratta di nove mesi in due o tre Paesi diversi, per perfezionare da una a tre lingue esplorando il mondo e muovendosi in contesti multiculturali, alla scoperta di nuovi stili di vita;
  • Programma di stage in azienda o volontariato: programma accademico per chi vuole cominciare ad applicare le proprie conoscenze linguistiche nell’ambito professionale, aprendosi gradualmente verso le numerose possibilità offerte all’estero. I corsi sono affiancati ad un’esperienza di stage in aziende multinazionali prestigiose o ad attività di volontariato presso organizzazioni locali, per mettere subito in pratica nel mondo del lavoro le competenze acquisite e contribuire a rendere il proprio curriculum competitivo e appetibile per le posizioni lavorative più interessanti.

 

A cura Ufficio Stampa EF Education First

ROMA. IVAN PRIMAVERA e PAOLA DI PIETRANTONIO stravincono Il Campionato Regionale di DANZE CARAIBICHE MSP ITALIA LAZIO

Il castellano Ivan Primavera e l’abruzzese Paola Di Pietrantonio hanno stravinto il campionato regionale di danze caraibiche MSP Italia Lazio che si è svolto al Latin Palace di Roma il 18 febbraio aggiudicandosi il primo posto nella classe Master categoria Unica in tutti e quattro gli stili in gara: salsa cubana, salsa portoricana, merengue, bachata.

La coppia danza assieme da due anni e vanta già un palmares di tutto rispetto. Tra cui la partecipazione alla trasmissione tv Fuego Talent Show assieme agli insegnanti di Ballando con le Stelle. “Non siamo stati noi a scegliere le Danze Caraibiche, sono loro che ci hanno scelto”, spiegano i ragazzi dopo la vittoria.

Siamo affascinati dalla storia del popolo cubano, da tutto ciò che riguarda la loro vita, gli strumenti che vengono utilizzati, i vestiti, le parole delle canzoni e i loro significati. Questa danza si può capire solo andando a Cuba. La musica e il ballo ti danno il benvenuto appena scendi dall’aereo.Non esiste posto dove i cubani non ballano, lo fanno sempre a qualunque ora”.

Primavera e Di Pietrantonioperò non hanno alcuna intenzione di adagiarsi sugli allori. Il prossimo luglio parteciperanno ai Campionati Italiani con l’intenzione di lasciare il segno anche lì.

 

GAETANO TRIGGIANO “REAL ILLUSION”. Un nuovo modo di fare magia. Una vera esperienza emozionale.

È in arrivo in Italia il nuovo tour teatrale del David Copperfield europeo

Debutto il 27 marzo a Roma

 Direzione artistica Arturo Brachetti

 

  •  ROMA, Teatro Brancaccio – dal 27 al 29 marzo
  • TORINO, Teatro Colosseo – 6 aprile
  • MILANO, Teatro della Luna – dal 10 al 14 aprile
  • FIRENZE, Teatro Verdi – 21 Aprile
  • BOLOGNA, Teatro Il Celebrazioni – 22 Aprile

Noto come il David Copperfield europeo, Gaetano Triggiano è uno dei più grandi illusionisti a livello mondiale. Il nuovo tour “Real Illusion” è in arrivo in Italia dopo il debutto in Russia e in Germania, e dopo essere stato ospite a France 2 per i recenti festeggiamenti del Capodanno, dove Triggiano si è esibito a fianco dei più grandi artisti internazionali nel programma “Le plus grand cabaret du monde” (il più importante varietà francese in onda da vent’anni sulla rete televisiva di stato il sabato sera in prima serata). Il tour partirà dal Teatro Brancaccio di Roma il 27 marzo per proseguire nelle principali città italiane.  I biglietti  sono in vendita su Ticketone.

 Può l’illusionismo andare oltre il mero stupore così da guidare il pubblico in un reale processo emozionale? E’ partendo da questa idea che Gaetano Triggiano ha concepito “Real Illusion”: un nuovo modo di fare magia, dove le illusioni non sono più elementi a sé stanti, ma inglobati in un linguaggio teatrale. Professionista quasi maniacale, con un continuo lavoro di perfezionamento e di ricerca, di studio e progettazione, Triggiano continua a stupire il pubblico creando le illusioni più strabilianti.

Mistero, energia, rapidità, forza, passione, poesia, e soprattutto magia, saranno gli ingredienti di questo sorprendente spettacolo di altissimo livello internazionale, uno show di effetti speciali e grandi illusioni che trasporterà il pubblico in un mondo in cui ogni limite razionale è superato e dove le leggi della fisica sono completamente stravolte. Sul palco tutta l’abilità dell’artista che darà  vita a situazioni surreali attraverso apparizioni, colpi di scena e trasformazioni ad una  velocità estrema, garantendo un’esperienza coinvolgente e spettacolare. Storie avventurose, momenti di alta tensione ma anche brillanti e divertenti tra le sue più grandi ed incredibili illusioni.

Gaetano Triggiano è oggi considerato uno dei più grandi illusionisti a livello mondiale. Toscano d’origine, ginnasta in gioventù, incanta da anni con i suoi numeri le platee di mezzo mondo, dall’Europa all’Asia, dall’America al Medio Oriente. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, e vanta collaborazioni con i migliori professionisti dello spettacolo, tra cui Serge Denoncourt, regista del Cirque du Soleil. Consulente artistico di importanti produzioni, è stato anche regista di Panariello Non Esiste e Panariello sotto l’albero, fondendo l’arte magica alla comicità.

“Real Illusion” vanta la direzione artistica di Arturo Brachetti, che commenta Per questa sua ultima creazione mi sono divertito molto a discutere con lui l’ideazione, il suggestivo impianto scenico, lo sviluppo della macchina teatrale. Gaetano ha come sempre dedicato tutta la sua energia a pensare, costruire e metter in scena nuove ambientazioni e coreografie per le sue illusioni, sempre caratterizzate da ritmo incalzante ed energia pura. Per “Real Illusion” abbiamo immaginato un luogo surrealista, come lo scheletro di una fabbrica abbandonata da Gustave Eiffel sulle nubi, una specie di attracco vittoriano sospeso nei cieli, dove persino Giulio Verne avrebbe potuto agganciare una mongolfiera. In questo luogo senza tempo, la magia prende vita e ci abbandoniamo al viaggio di fantasia. Gaetano Triggiano è il timoniere e ci porta, come bambini estasiati e increduli a scoprire emozioni che avevamo dimenticato.”

 Di seguito le prime date del “Real Illusion Tour 2018”: Anteprima il 24 marzo a Cascina, Pisa (La città del teatro); Roma 27, 28 e 29 marzo (Teatro Brancaccio); Torino 6 aprile (Teatro Colosseo); Milano dal 10 al 15 aprile (Teatro della Luna); Firenze 21 aprile (Teatro Verdi); Bologna 22 aprile (Teatro Il Celebrazioni). I biglietti in vendita su Ticketone.

 

  • Un successo mondiale e senza precedenti per il “David Copperfield europeo” (Ansa)
  • Lasciatevi stregare (Corriere della Sera)
  • Verso un magico sogno ad occhi aperti (Il Giorno)
  • Oltre 220 mila biglietti venduti in Russia (Ansa)

“DOMANI CHISSÀ”, il nuovo singolo di MASSIMO DI CATALDO

Da Gennaio in radio e negli store digitali

Il nuovo anno regala “Domani chissà” il nuovo singolo di Massimo Di Cataldo, che già dal titolo esorta a guardare al futuro.

Un brano autobiografico dedicato alle persone importanti e ai ricordi della vita del cantautore.

“Ho scritto la melodia di questo brano quasi per gioco quando mia figlia era molto piccola. Il testo descrive la voglia e la speranza di continuare sempre a sorridere insieme”.

Il brano, già pronto per la pubblicazione qualche mese fa, aveva suscitato l’interesse della commissione del Festival di Sanremo che ne aveva sospeso l’uscita.

“Ora che le riserve sono state sciolte mi sento ancor più motivato a fare ascoltare al pubblico la mia canzone”.

Il video, in uscita insieme al brano, rappresenta un ritorno evocativo nei luoghi della memoria, tra immagini e oggetti del passato, dove la vita presente è un orizzonte che si apre al domani.

FESTIVAL DI SANREMO 2018: BIANCA, il singolo di LEONARDO MONTEIRO

 

Il brano, racconta la fine della storia d’amore tra due persone causata da un tradimento. Il messaggio attraverso questa canzone, è che tutte le storie possono finire, ma l’amore, dura per sempre, e questo significa speranza per chi ha voglia di credere ancora nell’amore.

LEONARDO MONTEIRO

Nato a Roma nel 1990. Figlio di due ballerini brasiliani, sin da piccolo è travolto da una passione viscerale per la musica in tutte le sue forme, inclinazione ereditata proprio dai genitori, così come la totale padronanza del portoghese, oltre a quella dell’italiano e dell’inglese.

Leonardo studia danza alla Scala di Milano e si esibisce come ballerino in numerosi teatri in Italia, Svizzera e Francia.

Nel 2005, a soli 15 anni, lavora sotto la direzione di Gheorghe Iancu nella stagione estiva dello Sferisterio di Macerata, con una parte solista e grazie al successo ottenuto, gli viene proposto un ingaggio all’Arena di Verona.

Nel 2008 partecipa ad Amici di Maria De Filippi nella categoria “Danza”, e al termine di questa esperienza, viene chiamato da diverse compagnie di danza contemporanea.

E’ il 2010 quando si trasferisce a New York City (USA) dove segue corsi di perfezionamento in danza contemporanea, classica e neoclassica. Attualmente insegna danza presso numerose scuole in Italia e in Svizzera ma, ha altre passioni, infatti Leonardo che dall’età di 7 anni studia  pianoforte, si esibisce come cantante sui palchi di numerosi teatri in Italia, Francia, Svizzera e Stati Uniti.

Il 26 Dicembre 2013 canta come solista per il coro Monday Gospel al Forum di Assago (Milano) e nel 2014, nello spettacolo “Motown Generation”, al Blue Note di Milano. Nello stesso anno, partecipa al progetto di beneficenza Special Stage (una rassegna musicale pensata per intrattenere i pazienti dell’Istituto dei Tumori di Milano), insieme a  Malika Ayane.

E’ il 2017. Leonardo si iscrive ad Area Sanremo. Arriva in finale e, come tale, partecipa al 68° Festival di Sanremo nella Categoria Giovani, con il brano “Bianca”, scelto dalla Commissione capitanata dal Direttore Artistico Claudio Baglioni.

RAI2: BOSS IN INCOGNITO. Marco D’Arrigo di California Bakery protagonista del II appuntamento in onda Giovedi 8 Marzo alle 21.20

 

Secondo appuntamento su Rai2, giovedì 8 marzo alle 21.20 con Boss in incognito, il docu-reality prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, condotto da Gabriele Corsi. Suo il compito, in questa quinta edizione, non solo di narrare le gesta dei boss ma anche, e per la prima volta nella storia del programma, di affiancarli durante la loro avventura sotto copertura nei vari reparti dell’azienda. Protagonista di questa puntata sarà Marco D’Arrigo, il fondatore di California Bakery, una catena di locali dove poter gustare le ricette della tradizione americana.

Siciliano di nascita e milanese di adozione, D’Arrigo nel 1995 decide di rilevare una bakery gestita a Milano da una signora americana, e con tenacia si impegna a scoprire i segreti delle ricette della tradizione made in USA. Gli inizi per lui non sono facili ma, pian piano, i clienti aumentano e con loro le Bakery, che diventano otto a Milano e una in Svizzera. Nella sua avventura in incognito, D’Arrigo incontrerà Natalia, e con lei vivrà in prima persona la cucina di California Bakery; Gianmaria, banconista, gli insegnerà come destreggiarsi tra ordinazioni e servizi al banco; farà assistenza di sala con Vincenzo, che gli insegnerà come conquistare nuovi palati e come coccolare la clientela; il pasticcere Alessandro gli insegnerà l’arte del confezionamento dei dolci e, infine, il panettiere Shamal, cercherà di trasmettergli i segreti dell’arte bianca.

La vasta popolarità ormai raggiunta dal programma ha imposto la necessità di ideare una nuova “copertura” che consentisse di entrare nelle aziende e depistare i lavoratori: Gabriele Corsi si presenta come il conduttore di un nuovo programma televisivo, Ricollocati, che aiuta il reinserimento nel mondo lavorativo di persone non più giovanissime che hanno perso il lavoro. Grazie a questo espediente, Corsi accompagna in azienda i boss in incognito e con loro vive in prima persona questa avventura. A fine giornata, conduttore e boss si si confrontano, scambiandosi le loro impressioni ed emozioni.

Punto cardine del programma resta il racconto della straordinaria umanità di persone lontane dalla ribalta mediatica che affrontano il lavoro con amore e grande senso di responsabilità e che, nonostante i sacrifici e qualche difficoltà, continuano a guardare al futuro con positività.

Nelle successive puntate di Boss in incognito ci saranno il boss di un grande parco di divertimenti e il boss di un’azienda che opera nel settore dell’igiene urbana. Ci sarà poi una puntata speciale ambientata ad Accumoli, paese colpito dal terremoto.

“PIANETA ALIENO” è il nuovo Ep di Michael Ros

Michael Rosmino , in arte Michael Ros, nome nasce a Milano il primo giugno 1985 in una famiglia di origine pugliese. Sin da piccolo esordisce come modello tra i SET fotografici milanesi e continua il suo percorso nella foto moda fino ad arrivare al 2011 quando vince il titolo di Più bello d’Italia al Teatro Nazionale di Torino.

Michael sin da bambino nutre un profondo interesse per la musica, sia come dj che songwriter infatti nel 2015 incide il suo primo singolo “Diluvio Universale” il genere musicale che lo caratterizza e pop rap.

Nel 2017 esordisce con “Bravi a farci male” e successivamente con “Vivi senza farci taggare” entrambi i brani prodotti da Walter suray, la stesso che nel 2018 produrrà il nuovo ep intitolato: Pianeta Alieno composto da tre tracce:

  • Ho smesso
  • Pianeta Alieno
  • Vento di Libeccio

La prima traccia è “Ho smesso”,parla di un ragazzo che lascia una ragazza  nonostante  le abbia provate tutte subentra la conseguente consapevolezza del non potere più andare avanti viste le molteplici e continue delusioni. Infatti la prima strofa inizia dicendo: “Racconterò di noi di quando ho chiesto al caso una seconda possibilità, incontrarti un’altra volta per la prima volta ma così non va”.

Le strofe sono molto orecchiabili e le persone possono rispecchiarsi con la frase “non cercherò l’amore dove l’ho già perso” e “Per ricordarmi quanto valgo ti ho dimenticato tante volte”dal ritornello evince l’arrendevolezza che lascia il posto alla fermezza di”smettere” di fare i soliti errori e allontanarsi da ciò che fa male da qui il ritornello: “ho smesso di credere ai ritorni ho smesso di fumare ho smesso di parlare con te. Ho perso il conto Delle volte che speravo di sbagliarmi ma in fondo vinco sempre e mi consolo”

Dalla seconda strofa emerge la frase che più caratterizza il brano: “quando immagini il futuro fallo solo se non hai rimpianti,se credi sia già scritto tutto attraversa la strada senza guardare avanti”.

Una frase che completa il brano è spiega che spesso siamo vittime di noi stessi,delle nostre scelte e gli nostri rimpianti che difficilmente lasciano la strada a un futuro “sereno”.

La seconda traccia “Pianeta Alieno” è una ballata romantica parla di un amore fortemente passionale. A gli occhi delle persone può essere incomprensibile perché Travagliato.

Ecco perché la strofa dice: “abita con me ho affittato un attico in un pianeta alieno con vista arcobaleno”.

Da qui nasce la voglia di alienarsi laddove ci si può sentire finalmente accettati.
Il ritornello lascia spazio alla fermezza di un uomo di proteggere il suo amore tra le molteplici angherie che la vita riserba:  “navigheremo oltre le distanze.. timonerò una nave tra mille tempeste ma non potrà affondare”.

Nella seconda strofa la voglia di urlare al mondo il proprio amore che non preclude il sentirsi accettati: “ti racconto solo un segreto ho parlato al mondo di te.. il mio cuore non ha cashe.. Io non mangio dal buffet”. Parole nelle quali tutti possiamo riconoscerci quando si ama intensamente.

Il terzo brano dell’EP  si intitola: “Vento di libeccio”. Parla di un amore sospeso tra mille contraddizioni come amore e orgoglio, possessione e abbandono, certezze e dubbi,da qui la frase: “nudi ci capiamo perciò mi rivesto,vento di libeccio nel mio gesto”.

Il libeccio a volte è un vento che porta aria fredda e neve quindi sta indicare la freddezza nei gesti che spesso è scaturita dalla voglia mai raggiunta di sentirsi realmente desiderati, situazioni che inevitabilmente portano alla rottura di una relazione seppur momentaneamente, la frase che caratterizza questo concetto è: “Ti cercherò con tutta l’indifferenza che posso e con l’orgoglio che da parte io non ho mai messo”.

Il ritornello rende l’idea di ciò che l’orgoglio può portare a desiderare ” ora lasciamo tutto al caso ci rivedremo in giro ma ti vorrei baciare io che ti vorrei mancare..Ti porterei al mare e in giro per Milano per ora nei miei dubbi il posto giusto è lì”.

La frase finale “ti porto nei miei dubbi il posto giusto è lì” è il messaggio che scaturisce da questo brano, spesso i dubbi fondati o meno ci lasciano fermi lì anche se non prendono la forma delle certezze.

 

APRILIA (LT). EDOARDO LEO in “TI RACCONTO UNA STORIA…” (letture semiserie e tragicomiche)

 SABATO 24 FEBBRAIO TEATRO EUROPA

(APRILIA)

Sabato 24 febbraio alle 21:00 al Teatro Europa di Aprilia andrà in scena l’attore e regista romano Edoardo Leo grazie alla direzione artistica di Giovanni Zappalà, alla Stefano Francioni Produzioni e alla collaborazione dei punti McDonald’s di Amedeo Avenale.

Ti racconto una storia è un reading-spettacolo con musiche di Jonis Bascir, che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che Edoardo Leo ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione.

È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane.

In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Piccolo…) ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo.

 

TEATRO EUROPA APRILIA
Corso Papa Giovanni XXIII, 32
Aprilia (LT)

Tel. 06.97650344

 

INFO E BIGLIETTI

  • Cell. 392.6622650 – Biglietti disponibili su CiaoTickets –  www.ciaotickets.it
  • Botteghino del Teatro aperto tutti i gg dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 19:30
  • I biglietti sono acquistabili anche con 18App per i ragazzi e col BONIS CULTURA per gli insegnanti.

ROMA. 3 e 4 marzo 2018: WHISKY FESTIVAL by SPIRIT OF SCOTLAND settima edizione.

 

Masterclass, degustazioni anche di cognac e armagnac, seminari sulla mixology, area gourmet, cocktail bar.

Settima edizione e cambio di nome per il Roma Whisky Festival by Spirit of Scotland: appuntamento per appassionati, neofiti e professionisti del whisky con eventi, degustazioni, masterclass, seminari sulla mixology, ospiti internazionali, cocktail bar, area gourmet con ostriche, salmone e haggis e la novità dei Cognac e Armagnac.

Si tiene a Roma, sabato 3 e domenica 4 marzo 2018, presso il Salone delle Fontane all’Eur (via Ciro il Grande, 10) la settima edizione di Roma Whisky Festival by Spirit of Scotland, il più importante festival di settore italiano. Programma completo al link www.romawhiskyfestival.it

Imperdibile appuntamento per tutti coloro che vivono il mondo del whisky, Roma Whisky Festival è un evento ricco di degustazioni, masterclass, seminari sulla mixology, incontri affidati a esperti del settore con l’obiettivo di creare appuntamenti ad alto contenuto di “single malt”. Il tutto con la direzione artistica di Andrea Fofi, affiancato dai due whisky consultant, Pino Perrone e la scozzese Rachel Rennie.

La settima edizione presenterà masterclass di noti brand e ospiti internazionali del mondo della miscelazione, che terranno seminari e talk. Tra le masterclass confermate, quella sui whisky giapponesi sull’Ichiro’s Malt della distrilleria Chichibu, la masterclass su Penderyn Wales Whisky e quella di Ken Lindsay, International Brand Ambassador di Chivas Brothers, che tratterà delle nuove referenze legate a Ballantine’s e la Masterclass Glenfarclas con 2 single cask family reserve e 2 original bottling non ancora svelati dall’azienda. Inoltre, i mini-corsi da 25 minuti sull’ABC del whisky per i neofiti, ma anche il premio “Whisky & Lode”, che eleggerà i migliori whisky del festival, valutati, come di consueto, da una giuria di esperti secondo la regola del blind tasting. Tre le categorie per questa edizione: Best Scottish Malt, Best Rest of the World Malt e Best World Single Cask, con il premio speciale “Whisky & Smile”, che sarà assegnato alla migliore bottiglia in assoluto. Tra gli altri eventi, il s

eminario mixology con il Bar Termini di Londra insieme all’Untitled, sempre di Londra. Quindi, le masterclass con ospiti illustri:

Paul John, che tratterà del whisky indiano proveniente da Goa; lo Special Release 2017 di Diageo; la masterclass Pendryn: Un viaggio attraverso i metodi di produzione di Penderyn, “new make spirit” e le espressioni dell’unico whisky gallese; il The Macallan con l’European Brand Ambassador, Nicola Risk e il Nikka Japanese Whisky. Ma anche la masterclass sul Cognac Courvoisier con la Global Brand Ambassador e la presentazione da parte di uno degli autori, Davide Terziotti, del libro “My Name is Whisky”, a cura di MBookInternational, volume interamente dedicato al Single Malt Scotch Whisky e ad alcuni dei suoi protagonisti.

Al festival si potranno degustare whisky provenienti da Scozia, Irlanda, Stati Uniti, Giappone e anche l’unico whisky – ad ora – prodotto in Italia, ma come novità in termini di offerta al pubblico, la nuova area dedicata ai Cognac con brand quali ABK6, Hine Courvoisier e Otard e agli Armagnac, con, tra gli altri, Laguille. Sei i cocktail bar dell’area mixology che misceleranno per il pubblico: da Roma il The Jerry Thomas Project, l’Argot, il Banana Republic, il Bar Botaniko e il Freni e Frizioni e il The Spirit di Milano.

All’interno del salone sarà allestito uno spazio dedicato alle bottiglie vintage e rare portate da un collezionista e amatore del settore. In occasione del Festival verrà presentato come ogni anno il nuovo imbottigliamento ufficiale in serie limitata di Roma Whisky Festival, che sarà naturalmente in vendita presso lo shop. Non solo drink al festival: è prevista anche un’area gourmet e degli abbinamenti con il whisky, dalle ostriche bretoni al salmone scozzese, dal cioccolato all’haggis. Roma Whisky Festival by Spirit of Scotland nasce nel 2012 grazie alla passione per gli eventi di uno dei due fondatori, Andrea Fofi e per quella del whisky da parte di Rachel Rennie, ma soprattutto per la mancanza a Roma di un evento sul mondo del distillato. La compagine si è allargata con l’arrivo di Pino Perrone, Emiliano Capobianco e Andrea Franco e la manifestazione è cresciuta in modo esponenziale, al punto tale da poter essere annoverata tra i Festival internazionali di maggior rilievo.

In questi sette annisottolinea Andrea Fofisono stati tanti i cambiamenti e di pari passo la crescita della manifestazione, che ad oggi è considerata tra le più importanti a livello internazionale, con oltre 50 aziende partecipanti, oltre 1500 etichette in degustazione, brand provenienti da tutto il mondo e guest di livello internazionale che animano la due giorni con masterclass, seminari mixology, talk tutti ad alto contenuto alcolico (responsabile). In considerazione di questa importante crescita si è reso necessario, a causa del numero sempre più crescente di brand, aziende e distillerie non scozzesi che prendono parte al Festival, il cambiamento di denominazione della manifestazione in Roma Whisky Festival“.

Orari

  • Sabato 3 marzo, dalle ore 14:00 alle 23:00
  • Domenica 4 marzo dalle ore 14:00 alle ore 21:30

Biglietto:

  • Intero: 10 euro – da diritto al bicchiere serigrafato del Festival, alla racchetta porta bicchiere e alla Guida
  • Ridotto: 7 euro – per accompagnatori che non bevono e non prevede le upgrades del biglietto intero.

Le degustazioni saranno a pagamento e il sistema sarà quello dei gettoni del valore di 1 euro ciascuno. Il prezzo di ciascuna degustazione sarà a discrezione di ciascun espositore.

Roma Whisky Festival
by Spirit of Scotland

Roma, 3 e 4 marzo 2018

c/o Salone delle Fontane all’Eur
(Via Ciro il Grande, 10)

ROMA. Red Bull Soapbox Race: la folle corsa delle auto senza motore sbarca per la prima volta a Roma 

You Gotham be Kidding Me race in the Red Bull Soap Box at Alexandra Palace in London on 9th July 2017

Fino al 26 marzo sono aperte le candidature all’esilarante competizione che il prossimo giugno a Villa Borghese vedrà gareggiare i piloti più ingegnosi e creativi, lanciati in una pazza discesa libera a bordo di veicoli decisamente sopra le righe.

 

Dopo aver fatto tappa nei quattro continenti, torna in Italia la Red Bull Soapbox Race: l’estroso gran premio tra automobili senza motore sbarcherà infatti per la prima volta a Roma, domenica 24 giugno a Villa Borghese. Per prendere parte al “trionfo delle vetture creative”, fino al 26 marzo fanatici del fai-da-te e appassionati di velocità potranno iscriversi sul sito ufficiale e compilare il form per ricevere a casa lo speciale Application Kit.

Seguendo le istruzioni contenute all’interno di questo kit, gli aspiranti racer dovranno scatenare creatività e ironia per presentare il progetto della propria soapbox: un mezzo, dotato di freni e sterzo che dovrà muoversi esclusivamente a spinta, alimentato solo da forza di gravità, coraggio e un pizzico di follia.

I 70 team, selezionati da una giuria di esperti in base a ingegno e originalità, avranno poi tre mesi di tempo per realizzare artigianalmente la propria soapbox e prepararsi all’esilarante competizione di velocità che invaderà uno dei luoghi più suggestivi della capitale.

Il giorno dell’evento, ogni squadra, composta da quattro persone nel ruolo di piloti e spingitori, sfiderà gli avversari guidando il proprio veicolo lungo un percorso in discesa di 500 metri, intervallato da ostacoli (tra i quali non mancheranno delle divertenti sorprese), per tentare di tagliare il traguardo nel minor tempo possibile.

I partecipanti potranno indossare indumenti bizzarri, esibirsi in danze prima della partenza o creare una colonna sonora per guadagnare punti in spettacolarità e aggiudicarsi la vittoria.

La prima edizione della Red Bull Soapbox Race si è svolta nel 2000 a Bruxelles e nel 2015 ad Ammam, in Giordania, è stato celebrato l’evento numero 100. In Italia torna dopo quattro anni, l’ultima – infatti – aveva invaso Torino nel 2014. Nel corso degli anni si sono dati battaglia veicoli davvero di ogni tipo: dai personaggi dei cartoni animati fino alla “papamobile”.

Ora è il tuo momento: partecipa e metti le ruote alla tua creatività!
www.redbullsoapboxrace.it

 

 

MARGHERITA PER AIRC 2018. Un fiore per la ricerca.

Dal 6 marzo al 25 aprile

 AICG sostiene AIRC e  la ricerca sul cancro con la margherita solidale italiana 100%

Per il quinto anno consecutivo AICG(Associazione Italiana Centri Giardinaggio) e i suoi associati, da sempresensibili alle tematiche sociali e alle iniziative benefiche, rinnovano il supporto ad AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro)a sostegno della ricerca oncologica.

E lo fanno ancora una volta scegliendo la margherita, fiore della purezza per eccellenza e prodotto made in Italy al 100%.

 RISULTATI 2017

Lo scorso anno la “MARGHERITA per AIRC” è stata presente in più di 70 centri di giardinaggio AICGene sono stati venduti 28mila esemplari, grazie ai quali sono stati raccolti 30.000 euro.Fondi che hanno consentito di finanziare la seconda annualità di una borsa di studio triennale assegnata alla dottoressa Olga Tanaskovic (Istituto Europeo di Oncologia), impegnata in un progetto di ricerca sui meccanismi biologici alla base della leucemia.

MADE IN ITALY

La «MARGHERITA per AIRC», l’eccellenza interamente italiana – proviene dalla Riviera Ligure,in particolare dalla piana di Albenga, dove ogni anno ne vengono prodotti circa 10 milioni di vasi e garantita da FDAI – Filiera Agricola Italiana Spa, sarà contrassegnata da un’etichetta firmata FDAI e AICG.Si conferma quindi la grande attenzione di AICG per la produzione italiana e il made in Italy.

 TESTIMONIAL

La Margherita solidale avràanche quest’anno il supporto di un’altraMargherita: la campionessa mondiale di scherma Margherita Granbassi,da anni al fianco dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro nella doppia veste di ambasciatrice e volontaria.

COME E DOVE

Saranno quest’anno più di 70i centri giardinaggio associati ad AICG (l’elenco completo è sul sito www.aicg.it) dove si potranno acquistare le piante di MARGHERITA solidale al prezzo di 4.50 euro:per ogni margherita venduta, 1.50 euro sarà devoluto ad AIRCper sostenerela terza e conclusiva annualità della borsa di studio istituita grazie all’impegno di AICG.

Per informazioni: AICG Associazione Italiana Centri Giardinaggio

www.aicg.itsegreteria@aicg.itTel. +39.031.301037 (Elena Ghielmetti)

 AIRC: Dal 1965 con coraggio, contro il cancro

Da oltre cinquant’anni l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Oggi conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a circa 5.000 ricercatori – 63% donne e 54% ‘under 40’ – le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. Dalla fondazione a oggi AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e trecento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 1 gennaio 2018).  Informazioni e approfondimenti su airc.it

 

AICG

È un ente senza scopo di lucro – con sede a Verona – costituito nel 2012 per sviluppare una identità professionale e un processo virtuoso di sviluppo delle aziende che operano nel settore specializzato del giardinaggio e florovivaismo (centri di giardinaggio o Garden Center).L’Associazione ha lo scopo di tutelare, qualificare, promuovere e sviluppare la cultura del verde all’interno dei centri giardinaggio.Ad oggi i Centri di Giardinaggio aderenti ad AICG sono 114.