L’Epigallocatechina-3-Gallato

adv

adv

UNIVERSITY PARK, Pennsylvania – Un composto trovato nel tè verde può innescare un meccanismo che uccide le cellule del cancro orale lasciando intatte le cellule sane. Secondo gli scienziati questa ricerca potrebbe portare a trattamenti specifici per il cancro orale, così come per altri tipi di cancro. Studi precedenti avevano dimostrato che l’epigallocatechina-3-gallato (EGCG), un composto presente nel tè verde, uccide le cellule tumorali senza danneggiare le cellule normali, ma i ricercatori non capivano realmente le ragioni della sua capacità di colpire le cellule tumorali, ha affermato Joshua Lambert, professore associato di scienze alimentari e co-direttore del Center for Plant and Mushroom Foods for Health della Penn State. Lo studio attuale mostra che l’EGCG può innescare un processo nei mitocondri che porta alla morte cellulare.

L’EGCGagisce danneggiando i mitocondri e il danno mitocondriale avvia un ciclo che causa ulteriori danni e si estende a spirale, fino a quando la cellula non subisce la morte cellulare programmata. Sembra che l’EGCG causi la formazione di specie reattive dell’ossigeno nelle cellule tumorali, che danneggiano i mitocondri, e i mitocondri rispondono producendo una specie più reattiva dell’ossigeno in un meccanismo di autodistruzione. Mentre questa distruzione mitocondriale continua, la cellula tumorale riduce anche l’espressione dei geni antiossidanti, abbassando ulteriormente le sue difese. “Quindi,la cellula tumorale disattiva il suo meccanismo di protezione nello stesso momento in cui l’EGCG causa questo stress ossidativo”, ha aggiunto Lambert.

adv

adv

adv

L’EGCG non ha causato questa reazione nelle cellule normali. Sembra infatti che aumenti le capacità protettive della cellula. I ricercatori hanno studiato le cellule orali umane normali confrontandole con le cellule tumorali orali umane per determinare in che modo l’EGCG influenzi le cellule tumorali  rispetto alle cellule normali. Gli scienziati hanno coltivato le cellule normali e tumorali su piastre di Petri e poi le hanno esposte all’EGCG, il principale polifenolo presente nel tè verde, alle concentrazioni tipicamente presenti nella saliva dopo aver masticato un chewing-gum al tè verde. In diversi momenti, i ricercatori hanno raccolto le cellule e controllato lo stress ossidativo e i segni della risposta antiossidante.

“Abbiamo anche scattato molte foto, in modo da poter usare coloranti fluorescenti che misurano la funzione mitocondriale e lo stress ossidativo ” ha detto Lambert. I ricercatori hanno affermato che una proteina chiamata “Sirtuina 3 – SIRT3” è fondamentale per il processo. “Sirtuina 3” haun ruolo importante nella funzione mitocondriale e nella risposta antiossidante in molti tessuti del corpo, quindi l’idea e’ che l’EGCG possa influenzare selettivamente l’attività della “Sirtuina 3″ nelle cellule tumorali (disattivandola) e nelle cellule normali (potenziandola) cosa che è probabilmente applicabile a diversi tipi di cancro”, ha detto Lambert.

Il cancro orale è una malattia che si prevede ucciderà più di 8.000 persone negli Stati Uniti quest’anno. Se questi test e sperimentazioni sull’uomo avranno successo, i ricercatori sperano di creare trattamenti antitumorali che siano efficaci quanto i trattamenti attuali senzaeffetti collaterali dannosi.  “Il problema con molti farmaci chemioterapici – soprattutto i farmaci chemioterapici precoci – è che in realtà prendono di mira solo le cellule che si dividono rapidamente, quindi il cancro si divide rapidamente, ma lo stesso fanno per esempio le cellule nei follicoli piliferi e le cellule nell’intestino, con molti effetti collaterali”, ha detto Lambert. “Ma non si vedono questo tipo di effetti collaterali con il consumo di tè verde.”  L’American Institute for Cancer Research ha sostenuto questa ricerca.

 

Importante: Questo rubrica non dà consigli medici, né suggerisce l’uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L’intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Foto indicativa – fonte web

adv

adv