STORM – La tempesta perfetta

ADV

In quanto membro veterano e leggendario degli X-Men, OroroMunroe, alias Storm, è uno dei mutanti più potenti sulla Terra. Leader fidato e saggio della squadra, con la capacità di controllare e manipolare i fenomeni meteorologici, Storm s’è distinta sia nella lotta per la libertà che come mentore, sempre cosciente di quanto le emozioni sensoriali possano far sì che i propri poteri vadano fuori controllo della ragione.

Figlia di una principessa ribelle keniota, N’Dare, e di un fotografo americano, David Munroe, Ororo è nata ad Harlem a New York, e da molto piccola si trasferì con i genitori al Cairo. Alcuni anni dopo, N’Dare e David furono tragicamente uccisi da un aereo precipitato tragicamente sulla loro casa. Sebbene sopravviva all’evento, Ororo diventerà così claustrofobica, a causa del tempo trascorso intrappolata tra le macerie della sua casa. Rimasta orfana e costretta a vagabondare per le strade, la giovane donna inizia da subito a rubare per sopravvivere.

ADV

ADV

Lasciato l’Egitto, si diresse a sud con l’obiettivo di raggiungere la sua terra ancestrale. Dopo essere quasi morta durante l’attraversamento del Sahara, i poteri mutanti latenti di Ororo si manifestarono, nel salvataggio del principe T’Challa di Wakanda, che era ostaggio di alcuni criminali. Proseguì vagando per il Serengeti, portando la pioggia a chi ne aveva un disperato bisogno, fenomeno extrasensoriale questo, che le valse l’appellativo di “dea” e la venerazione delle tribù locali.

Dopo aver lavorato con Ororo per sconfiggere un altro manipolatore meteorologico detto Deluge, il Professor Xavier le chiese di unirsi a una nuova versione degli X-Men che avrebbe soccorso la squadra originale, nel salvataggio dell’isola vivente di Krakoa. Ella accettò scegliendo il nome in codice Storm.

La perdita dei suoi genitori così giovane, costrinse Ororo a una vita in isolamento, rendendo così gli amici a cui sarà legata da adulta, ancora più significativi.
Dopo che Ororo si unì agli X-Men, Jean Gray fu la prima a contattarla, aiutandola ad acclimatarsi e ad adattarsi alla cultura occidentale. Jean scoprì presto la claustrofobia patologica di Storm e fece del suo meglio per aiutare la nuova amica a superare i frequenti attacchi di panico.

Nonostante avesse inventato l’arma, che a un certo punto la privo dei suoi poteri, Forge riuscì a conquistare Ororo, e i due divennero una coppia romantica complicata per un po’.
Storm sarebbe poi diventata la regina di Wakanda dopo aver sposato il guerriero che aveva incontrato in gioventù, T’Challa. I due costituirono così una coppia formidabile, fino alla loro forzata separazione dopo che Namor e gli Atlantidei devastarono Wakanda.
Unirsi, e in molti casi guidare, gruppi come gli X-Men, fornirono a Storm molti amici e alleati intimi, tra cui Nightcrawler, Wolverine, Gambit, Colossus e numerosi altri. Un amico in particolare, il ninja dallo spirito libero Yukio, influenzò anche l’aspetto di Storm, visto che Ororo tagliò i capelli con la caratteristica cresta mohawk, proprio dopo aver incontrato Yukio in Giappone.

Charles Xavier fu mentore e figura paterna surrogata per Storm, e l’ispirazione principale per diventare a sua volta, mentore di altri alunni più giovani, come Kitty Pryde e i Nuovi Mutanti. Anche il leader della squadra degli X-Men, Ciclope, fu un alleato chiave nella vita di Storm, nonostante la rivalità tra i due.
Storm ha pure una lunga lista di nemici, raccolti sia durante la sua carriera negli X-Men che nel suo tempo lontano dalla squadra.

Molto spesso, a causa della sua potenza, Storm si ritrova come bersaglio dei cattivi che cercano di usarla come pedina da sfruttare le sue peculiari capacità, ed a volte manipolandole i ricordi nel tentativo di controllarla. Loki è uno di questi, che usa Storm, facendole il lavaggio del cervello e convincendola d’essere la “Dea del Tuono” nel tentativo di screditare Thor.

I ricordi di Storm furono anche cancellati per un certo periodo dalla folle scienziata conosciuta come la Tata, che progettava di usare le sue capacità per rendere orfani i bambini superpotenti del mondo.

Apocalisse, nemico fisso degli X-Men, ha intuito un potenziale da malvagio in Storm, tentando di trasformarla senza successo, in un membro dei “Dodici” – un gruppo di mutanti fanatici che profetizzavano una nuova età dell’oro fatta di individui dotati di super poteri, da eleggere a razza superiore.

Amahl Farouk, il Re delle Ombre, è stato un duro avversario di Storm fin da un breve incontro avvenuto nella sua infanzia. Da allora, il Re Ombra è tornato molte volte per minacciare Storm, i suoi compagni di squadra e coloro che erano sotto la sua tutela.

Dopo che Ororo rimase orfana, fu accudita per poco da Achmedel-Gibar, un maestro ladro egiziano che le insegnò come diventare un borseggiatore esperto. Fu durante il suo periodo da giovane ladra, in seguito alla morte dei suoi genitori, che Ororo incontrò per la prima volta Charles Xavier in Egitto, anni prima che lui la reclutasse negli X-Men, quando lei tentò di rubargli il portafoglio. Per coincidenza, questo fu proprio il momento in cui il Re Ombra, scatenò un attacco psionico su Xavier, permettendo a Ororo di fuggire.
Ororo lasciò quindi l’Egitto e, durante l’arduo viaggio che ne seguì, uccise un uomo per legittima difesa dopo che tentò di violentarla.

Più tardi, dopo aver salvato la vita del giovane principe T’Challa, Storm tornò nella sua terra ancestrale e fu accolta da un anziano del villaggio, Ainet, che le insegnò a controllare i suoi crescenti poteri mutanti.

Storm avrebbe anche dovuto vedere e comprendere l’amica Jean Grey mentre subì i tormentati travagli interiori, tra i suoi sentimenti più intimi per i suoi amici e i suoi cari, confliggere con i suoi nuovi impulsi distruttivi propri della mutazione successiva in Dark Phoenix.

Anche se alla fine si scoprì che quella non era la vera Jean, ma piuttosto la stessa Forza della Fenice che si atteggiava a lei, “Jean” si sacrificò per salvare miliardi di vite innocenti da se stessa, una perdita che Storm e i suoi X-Men non riuscirono a reggere.
Dopo la morte apparente di Jean e l’auto esilio di Ciclope dalla squadra, Storm venne nominata il leader degli X-Men, dimostrandosi poi all’altezza della situazione. Ciclope sarebbe successivamente tornato per sfidare Storm nella leadership, ma Ororo superò le proprie ultime insicurezze per difendere la sua posizione di capo riconosciuto del gruppo di mutanti.

Dopo un po’ di tempo lontana dagli X-Men, mentre elaborava la perdita della sua amica più cara, Storm venne nuovamente chiamata in azione, al fianco della sua squadra storica e a quello dei Nuovi Mutanti più giovani, per assisterli nel contrastare la negatività del Re Ombra. Storm sarebbe stata infastidita anche da Loki, che desiderava un aiuto speciale per eclissare ed usurpare lo status di suo fratello Thor, ma lei rifiutò l’incarico lasciando Loki ancora una volta impotente di fronte ai fatti ed al fratello.

Le strade di Storm e Forge si incrociarono di nuovo quando il suo vecchio mentore, posseduto dall’Avversario, la convinse che Forge era diventato malvagio. Dopo essere stata indotta con l’inganno quasi uccidere Forge, l’Avversario li bandì entrambi in un’altra dimensione dove trascorsero un anno intero insieme, ricordando la piacevolezza dell’amore di gioventù.

Tornata a casa, Storm tornò 8m soccorso dei suoi compagni di squadra, finché essi non sacrificarono le loro vite per sconfiggere definitivamente l’Avversario. La squadra venne poi resuscitata da un Guardiano Omniversale, restando in un inoperoso e segreto anonimato.
Rientrati in azione, gli X-Men si divisero in due distinte squadre d’assalto, dove Tempesta divenne co-leader insieme a Ciclope. Durante questo periodo, Forge le fece la proposta di matrimonio, ma la sua esitazione lo portò a lasciarla.

Conclusosi l”M Day”, quando una squilibrata Scarlet Witch fece perdere i poteri a mezzo mondo mutante, Storm si riunì con T’ Challa in Africa, facendogli la sua di proposta di matrimonio. Giustamente e finalmente insieme, essi si opposero al Superhuman Registration Act e Ororo avrebbe continuato a destreggiarsi tra i suoi doveri di Regina di Wakanda e i suoi eroici doveri di X-Men in tutto il mondo.

Ritornata dai suoi vecchi compagni di squadra, Ororo assunse il ruolo di preside della novella Jean Grey School, e divenne anche il capo del primo gruppo di X-Men tutto al femminile, che comprendeva Psylocke, Jubilee, Rachel Grey, Rogue e Kitty Pryde.
Dopo la morte di Wolverine, Storm assunse il comando del gruppo. Come prima decisione, presa dopo la crisi mondiale scoppiata dal rilascio del TerrigenMist nell’atmosfera, evento che minò l’esistenza dei mutanti su larga scala, ed aiutata dal Dottor Strange su tutti, ella creò un santuario all’interno del Limbo chiamato X-Haven. Queste e altre azioni, permisero che lo spirito di molti dei suoi compagni mutanti non fosse mai violato, né in vita né dopo la loro morte.

Articolo e Illustrazione Christian Imbriani

ADV

ADV

ADV