Allerta in rete della Polizia Postale: “Attenzione al furto di dati tramite QR CODE”

adv    

Lo “Sportello dei Diritti”: seguite i consigli della Polizia Postale

L’ultima allerta in ordine di tempo contro le truffe segnalata dalla Polizia Postale sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia” con un post riguarda “Il furto di dati tramite QR CODE”.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni fa sapere che è in atto una nuova campagna di una variante del noto phishing della truffa che si avvale dell’utilizzo del QR Code, un codice a barre molto diffuso che può essere letto facilmente da qualsiasi smartphone dotato di fotocamera.

adv

Il QR Code ha le stesse funzioni di un link, consente l’accesso diretto a contenuti multimediali senza necessità di digitare l’indirizzo web della risorsa richiesta. Allo stesso modo dei link allegati alle e-mail di phishing può condurre a siti fraudolenti al fine di impossessarsi dei dati personali degli utenti.

I consigli: “Verifica sempre l’indirizzo web del sito che si apre dopo aver scansionato il codice, diffidando di URL abbreviati. Non effettuare pagamenti elettronici tramite QR Code.Applica le stesse cautele che segui nell’uso della Rete Internet.”

Si tratta di un’efficacie allerta che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” può evitarci molti grattacapi. Nel caso siate comunque incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

adv