SunrisePop, intervista esclusiva all’attore e comico Tony Figo

adv      

di Patrizia Faiello

Tony D’Ursi, in arte Tony Figo, è il poliziotto ballerino che tutti abbiamo imparato a conoscere e ad amare sul palco di Made In Sud e Colorado.

Lo show è dedicato all’associazione “Il Coraggio dei Bambini”, presieduta dal Dott. Alessandro Cannolicchio, che sostiene la ricerca sui tumori cerebrali infantili.

adv

In due anni, escludendo il 2020 che li ha visti fermi per la pandemia da covid-19, l’associazione, tutta aversana, ha raccolto per la ricerca sui tumori cerebrali infantili la ragguardevole somma di Euro 102.500,00 che ha interamente donato all’ospedale pediatrico di Roma, Bambino Gesù.

Mentre all’ospedale civile di Aversa, alla pediatria in modo particolare, ha donato macchinari di ultima generazione, per un valore complessivo di circa euro 50.000. In occasione del debutto teatrale dell’attore ho incontrato l’artista realizzando questa intervista esclusiva per i lettori del nostro magazine DiTutto. Buona lettura!

Il prossimo 9 dicembre debutterai Al teatro Ricciardi di Capua con lo spettacolo “Christmas Dreams” , di cui hai anche curato la regia. Cosa hai voluto trasmettere al tuo pubblico?

Il mio obiettivo è quello di regalare un po’ di spensieratezza, voglia di sognare e tanto divertimento attraverso la magia  del Natale che purtroppo si è un po’ persa.

Come nasce la collaborazione con l’Associazione “Il coraggio dei bambini”?

Da un forte legame con il Presidente Alessandro Cannolicchio. Dal nostro primo incontro è stato subito OK CI STO !!! Infatti ci definiscono come i “fratelli Figo “ …

Ci stiamo avvicinando alle feste natalizie. Cosa vorresti trovare sotto l’albero?  

La sorpresa più bella per me sarebbe quella di ritornare alla normalità. Questo sarebbe davvero un regalo graditissimo.

Qual è l’augurio che rivolgi a tutti coloro che sono impegnati in prima linea a combattere contro la sofferenza?

L’unica cosa che mi viene da dire è GRAZIE PER IL VOSTRO CORAGGiO

Tu sei sempre stato molto impegnato sul sociale. Quanto secondo te è importante farsi portavoce di realtà così difficili attraverso il canale della “notorietà”?

È molto importante Patrizia. Credo che  soprattutto sia importante trovare la chiave giusta nell’approccio alle rispettive tematiche difficili da affrontare nel quotidiano. Io Ci provo sempre con l’intento di lasciare un sorriso di forza e di speranza .

Lo scorso 21 novembre hai partecipato al tak show SunrisePop ritieni che queste realtà in streaming per un artista gli consentano di raggiungere un pubblico sempre più vasto?

In questi ultimi anni i social hanno acquisito sempre più consensi rispetto alla tv. Accetto e promuovo anche queste vetrine streaming in quanto il pubblico è prevalentemente composto dalle nuove generazioni ed è importante lanciare messaggi positivi ai giovani. Per cui ben vengano queste occasioni per continuare a parlare dei propri progetti artistici legati anche alla solidarietà come nel mio caso.

Progetto futuri?

Ora sono tutto concentrato sul mio debutto teatrale al Teatro Ricciardi. Il 12 dicembre restando in tema sociale, insieme al duo Gigi e Ross, carissimi colleghi e soprattutto amici e a tanti altri artisti, sarò ospite della maratona Telethon,  storico programma in onda sulle reti Rai per dare voce alle persone che affrontano una malattia genetica rara e per portare nelle case degli italiani l’impegno della fondazione nella ricerca scientifica.

 

 

adv
adv