A “Time For Music”, serata revival con un dj set di Beppe Martire dedicato alla grande musica anni ’80

adv      

 

Sabato 27 Marzo è andata in onda in prima serata sull’emittente televisiva Mediterranea Tv la quinta puntata di “Time For Music” – il music show televisivo dedicato al mondo del Clubbing ideato da #DiTutto – con un dj set di Beppe Martire dedicato alla musica anni ’80.

TIME FOR MUSIC ospita in ogni puntata, della durata di 30 minuti, lo show musicale di un top deejay italiano. Il programma, ideato dal gruppo media DiTutto, va in onda tutti i sabati alle 21.30 sull’emittente televisiva Mediterranea tv, sia sui canali del digitale terrestre che in tv streaming (DTT 214 e 698 per la Puglia e 623 per la Basilicata – Tv streaming su mediterraneatv.it e mediterraneatv698.com)

adv

L’intervista al guest deejay

BEPPE MARTIRE dj

di Lele Procida

Quando si parla di Beppe Martire non si può prescindere dal parlare della musica anni  80. Quanto ti ha influenzato questo particolare periodo? 

E’ vero, nonostante il mio background musicale spazi tra funk, black, house music, hip hop e rock, il mio nome è spesso accostato agli anni ’80, un decennio che mi ha fortemente influenzato. Diciamo che per me gli anni 80 sono una questione “di cuore”.

Sei famosissimo per i tuoi dj set, ne hai prodotti davvero migliaia. In base a cosa scegli i brani per realizzarli?

Fortunatamente, per fare un dj set anni 80 ho a disposizione un decennio “carico” di successi che sono diventati i famosi “evergreen”. Diciamo che c’è l’imbarazzo della scelta.

Raccontaci di come hai iniziato, delle difficoltà e delle prime soddisfazioni.

Fin dall’adolescenza ho avvertito un’attrazione speciale per la musica. E’ per questo che comincio ad acquistare i miei primi vinili. Oggi ne possiedo circa 3.000. Inizio a metter dischi quasi per caso e ad esser chiamato per le prime feste private, per poi passare a disco, serate a tema e piazze. Le soddisfazioni più grandi sono legate all’apertura di concerti di artisti di fama nazionale, vedi Raf e Max Gazzè.

In quest’ultimo periodo così particolare e difficoltoso hai creato sul web una community di amanti del sound anni 80 e non solo…. vuoi parlarcene?

Purtroppo, visto il periodo storico che stiamo vivendo, ho dovuto pensare a qualcosa che mi facesse avere un pubblico, seppur “virtuale”. E’ per questo che da circa un anno, gestisco un canale sulla famosa piattaforma Twitch, dove propongo una programmazione che spazia dagli 80, anni 90, classic house e classic rock. Twitch è una piattaforma che sta riscuotendo notevole successo, basti pensare che anche alcuni Top Dj gestiscono un canale, vedi David Morales e Little Louie Vega.

Sei un Classic dj proiettato verso il futuro. Utilizzi sempre vinili per le tue performance o non disdegni anche altri supporti?

Amo molto il vinile, ma comunque nel tempo ho dovuto adeguarmi gradualmente alle nuove tecnologie, soprattutto per la comodità. Ma mettere un disco sul piatto, è qualcosa di “speciale”.

Alla fine di questa intervista i saluti di Beppe Martire per i lettori di Ditutto.

Ringrazio innanzitutto Lele per la grande disponibilità, il direttore Walter D’Errico e tutti gli amici di DiTutto.

adv