Al CIFF 2024 la scrittrice Daniela Maruccia vince il Premio per la poesia con “1996, la Rinascita” . Il componimento poetico era accompagnato dalle immagini del film “1996” del regista Gino Brotto, premiato anch’esso con la menzione d’onore.

adv    

La scrittrice Daniela Maruccia ha vinto lo scorso 26 maggio a Corfù (Grecia) il Premio Corfù International Film Festival 2024 nella sezione “poesia”.   La scrittrice salentina aveva presentato al festival un suo componimento poetico “1996, la Rinascita” accompagnato dal film “1996” del regista Gino Brotto, anch’esso ispirato al suo libro “Un amore impossibile ma eterno” .

Il film, liberamente tratto proprio dal libro di Daniela Maruccia “Un amore impossibile ma eterno”,  racconta la storia di Francesca “un essere speciale”, la cui vita è stata condizionata da un’infanzia che nessun bambino dovrebbe vivere. Un’infanzia che l’ha segnata con ricordi indelebili, che torneranno in ogni momento della sua vita, ma che combatterà per sempre con tutte le sue forze.

adv

“1996, la Rinascita”

Orrore.
È puro orrore!
È orrore e paura. È paura e stupore.
Mi chiamo Daniela e sono solo una bambina, mi guardo intorno e non conosco quasi nessuno, ma allo stesso tempo mi risulta tutto familiare.
Perché urla?
Chi è questo estraneo che chiamo “papà”?
Chi è questo ladro dei miei sogni? Sono solo una bambina,
e voglio sognare, devo poter sognare!
Un istante di calma, un secondo di quiete… Questo anela la mia anima da
sempre, ma l’orrore mi perseguita,
ogni giorno, e ogni ora, e ogni secondo della vita.
Sono stupìta dal mio perenne silenzio, dalla malinconia che trapela dai miei occhi…
Perché sopporto tutto questo?
Io, figlia della Terra, spietatamente sincera e costretta in questo vuoto insopportabile, io che vago scalza
nella mia anima, io che sono custode del tesoro nascosto in me… Chi sa, un po’ mi compatisce…
Ho deciso! Non regalerò la mia felicità ad altri.
Ho sempre dovuto dimostrare qualcosa.
Dimostrare di valere qualcosa, di poter dire qualcosa, di poter fare qualcosa.
È ora di svegliarmi e non perché è mattina!
Voglio svegliarmi perché sono Viva! Non posso scappare dal mio cuore, quindi lo ascolterò, ascolterò cosa ha da dirmi.
“Il dolore e la Vita sono una dolce sinfonia, con i loro alti e bassi; ma comunque sono musica per chi voglia ascoltarla”…
Io non sono quello che mi è successo.
Io sono quello che ho deciso di voler
essere!

Daniela Maruccia

 

 

adv