Allerta in rete della Polizia Postale per le truffe sulle vendite online

adv    

Lo “Sportello dei Diritti”: seguite i consigli della Polizia Postale

L’ultima allerta in ordine di tempo contro le truffe segnalata dalla Polizia Postale sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia” con un post riguarda le truffe sulle vendite online. La Polizia Postale e delle Comunicazioni fa sapere che Se hai messo in vendita un prodotto pubblicando un annuncio online presta attenzione alle offerte di acquisto che ricevi, verificando con cura la proposte.

Le truffe più diffuse sono facilmente riconoscibili perché propongono metodi di pagamento stravaganti: in molti casi il venditore viene indotto a recarsi presso uno sportello bancomat per ricevere la somma pattuita; altre volte gli viene richiesto il pagamento in genere di 100 euro per costi di assicurazione; infine può capitare che l’acquirente si offra di pagare l’importo stabilito tramite bonifico bancario, che risulterà però bloccato per presunte verifiche sul conto.

adv

Per autorizzare l’operazione l’acquirente dovrà versare la somma di 250 euro. Spesso al mancato pagamento dell’importo richiesto, segue la minaccia di procedere per vie legali. Il consiglio: utilizza esclusivamente strumenti di pagamento sicuri che permettano di verificare la transazione.

Si tratta di un’efficacie allerta che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” può evitarci molti grattacapi. Nel caso siate comunque incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

adv