UK, rilevato raro caso di influenza aviaria in un essere umano. Secondo l’autorità sanitaria, il rischio per l’uomo è basso.

adv      

Un raro caso di influenza aviaria è stato riscontrato in un essere umano nel Regno Unito. “La persona è stata infettata attraverso un contatto molto stretto e regolare con un gran numero di uccelli infetti”, ha detto giovedì l’ Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA).

Il paziente “attualmente sta bene e resta in isolamento”. Il Regno Unito ha avuto la peggiore epidemia di influenza aviaria da novembre.

È stato necessario abbattere circa 500.000 uccelli. L’influenza aviaria è trasmessa dagli uccelli migratori, la maggior parte dei quali proviene dalla Russia o dall’Europa orientale. Secondo l’OMS, il tasso di mortalità negli esseri umani è di circa il 53%. Il rischio per l’uomo è “molto basso”, ha affermato l’UKHSA.

adv

La trasmissione dell’influenza aviaria all’uomo è molto rara e si è verificata solo poche volte in Gran Bretagna. Tuttavia, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” gli esseri umani non dovrebbero toccare uccelli malati o morti.

adv
adv