La magia del Natale nel Presepe-tessitura di Nunzia Piccinno

adv      

 

Mi hai tessuto nel seno di mia madre, recita il salmista, ed è quanto mostra il Presepe realizzato con la tecnica del pizzo in chiacchierino da Nunzia Piccinno, che entra in tal modo in quella relazionalità tra testo e tessitura capace di incarnare la creatività artistica in un metaforico connubio con la creazione divina che trova nelle mani della donna la collaboratrice par excellence del suo fare il mondo e nuove tutte le cose, come l’autore di Apocalisse sottolinea.

E’ proprio vero che il Bambino nato a Betlem (Casa del Pane) è foriero di quella gioia che solo il Natale, spogliato di tutte le “incrostazioni” decorative succedutesi nel corso di oltre duemila anni hanno prodotto come “residuo acido” d’una Storia che sempre è in divenire e attende il compimento di quella realizzazione dell’Amore vero e della Libertà Evangelica che vi si associa in maniera incontrovertibile.

adv

Pietro Mariano

 

Nota tecnica dell’autrice del presepio

Il mio presepe è realizzato con la tecnica del Chiacchierino. Un’antica arte usata già dall’antichità per realizzare merletti. Si narra che già gli antichi Egizi avessero realizzato le prime navette, dove avvolgevano il filo che veniva lavorato.

Il chiacchierino si è poi sviluppato nel XVIII secolo come arte di corte, in seguito dimenticato e tramandato solo nei monasteri, dove venivano realizzati merletti per tovaglie di altari e per coprire le pissidi.

Oggi questo tipo di arte-artigianato è stato rivalutato, tanto che su internet si sono creati numerosi gruppi di praticanti che realizzano da semplici ed elaborati merletti a centro tavola, e come arte di bigiotteria. Si creano gioielli artigianali: braccialetti, orecchini, catenine, anelli, ecc.

Si lavora con la navetta (o anche con un particolare ago), all’interno della quale viene avvolto il filo, e con il gomitolo, realizzando anelli e archetti che, uniti tra loro nei modi più disparati, realizzano varie lavorazioni. Il materiale utilizzato può essere vario, dal cotone alla lana o al laminato (soprattutto nei gioielli).

Il metodo di lavorazione consiste in una serie di mezzi nodi (per formare un nodo occorrono due mezzi nodi). I miei personaggi sono costruiti nodo dopo nodo e senza uno schema preciso.

Nunzia Piccinno

 

 

adv