WOLVERINE – L’origine dell’Arma – X –

adv      

Wolverine è un personaggio particolare, dalle origini misteriose. La storia del suo passato è triste e molto complicata al punto che questo personaggio sembra avere più di un passato. Wolverine nacque ad Alberta, in Canada, alla fine del XIX secolo, secondogenito di John e di Elizabeth Howlett. All’inizio egli era un ragazzino qualsiasi, per di più fragile e malaticcio di nome James. Il giovane Jim Howlett iniziò ben presto a conoscere il dramma che accompagna per sempre l’esistenza di certi uomini: suo fratello John Jr, morì in giovane età, forse perché mutante; e durante una lite in famiglia Jim mostrò per la prima volta i suoi di poteri da mutante, sventrando per vendetta con degli artigli retrattili, il giardiniere Thomas Logan che, a sua volta, aveva ucciso suo padre John e sfigurato il figlio Dog. Sua madre, sconvolta da questa serie di lutti violenti, perse del tutto la ragione e si suicidò.

Perduta la memoria, Jim prese il nome del giardiniere ucciso, e divenuto per tutti Logan, si rifugio nella cittadina mineraria di Coalville. Logan prese parte a numerosi combattimenti accrescendo la sua fama di duro tanto da guadagnarsi il soprannome di Wolverine (Ghiottone in italiano). Quando Dog riuscì a rintracciarlo, Logan riacquistò memoria del recente passato e, dal desiderio di vendetta, scaturì una lotta feroce durante la quale Logan per errore uccise Rose, la moglie del giovane. Costretto a fuggire, Logan visse per un periodo nella foresta per poi ricomparire in un’altra cittadina del Canada dove si innamorò di Silver Fox, una bella nativa americana anch’essa mutante. Ma le sventure non erano finite: Victor Creed, conosciuto come Sabretooth, rapì e ferì a morte Silver Fox scatenando il primo di una lunghissima serie di scontri con Wolverine.

Durante la Prima Guerra mondiale, Logan combattè nei reparti speciali: maneggiò pugnali ed esplosivi, incontrò il romanziere Ernest Hemingway, ed ebbe una relazione con Janet, poi uccisa dal suo ufficiale superiore, Cyber. Naturalmente Logan cerco di vendicarsi ma alla fine dello scontro fu proprio lui a trovarsi in svantaggio. Dopo questa sconfitta, Logan vagò per il mondo: fini in Cina e poi in Giappone, dove incontrò creature immortali e studiò con mistici e samurai.

Sull’esotica isola di Madripoor incontrò una donna che non morì poco dopo averlo conosciuto: la misteriosa Seraph, che difendeva quel luogo dall’ordine di assassini chiamato La Mano. Seraph e la sua isola offrirono a Logan tutto ciò che desiderava: dall’amore alla comproprietà di un bar – purtroppo il nostro eroe aveva bisogno di azione, e nNel 1936 salvò la Scozia dai nazisti e combattè nella guerra civile spagnola. Nel 1937, alla caduta di Shanghai, incrociò per prima volta la spada con il maestro di arti marziali Ogun. Nel 1941, dopo aver incontrato Capitan America e Natasha Romanoff si gettò a capofitto nel secondo conflitto mondiale.

adv

Logan combattè al fianco degli Eroi più forti, addestrò i reparti speciali in Grecia e si paracadutò oltre le linee nemiche in Normandia, combattendo una lunga schiera di nemici. Dopo la guerra e un breve periodo trascorso a combattere i comunisti in Cina, Wolverine sparì per 20 anni. Per quanto ne sappiamo, lavorò in proprio e si inpratichì con i coltelli, passò da un bar all’altro in Brasile e trovò l’amore prima con Cracklin’ Rosa e poi con Charlemagne. Logan trascorse gli anni ’50 e ’60 a lavorare come tuttofare: modalità e tempi di queste attività restano tuttora poco chiari. Di sicuro ha volato con Ben Grimm poco prima che questi si trasformasse nella Cosa. Inoltre, incontrò l’agente speciale Carol Danvers ovvero la futura miss Marvel e Warbird. Si unì quindi a Victor Creed e David North,alias Maverick, per formare il primo Team X. Proprio all’interno del Team X che Logan adottò per la prima volta ufficialmente il nome di “Wolverine” e fece coppia con alcuni elementi improbabili, l’odiato Sabretooth e la presunta morta Silver Fox.

Il nostro eroe e la rediviva non ebbero, però, intenzione di rinfrescare i vecchi ricordi, visto che la stessa Silver Fox non perse tempoe vendette Sabretooth e Wolverine al governo e passo a Hydra.

Nel 1968 Sabretooth e Wolverine oltrepassarono la cortina di ferro e sconfissero i temibili super agenti Epsilon Red e Omega Red, tuttavia, questi non riuscì ad accettare i modi violenti di Sabretooth durante la missione in coros, e abbandonò il Team X.

A questo punto Logan si avvicinò a una sezione del governo canadese tanto segreta che neppure chi ne faceva parte si rendeva conto di farne parte. Assunse l’identità di un detective della polizia di Long Island, ritrovo Cracklin’ Rosa e diede una mano all’amico Nick Fury, quindi collaboro con i coniugi Richard e Mary Parker, agenti del governo americano e più tardi genitori in un certo Peter “Spiderman” Parker.

Ma l’intero affare dei mutanti, le guerre, i ricordi del passato, gli intrighi, diventarono insopportabili per lui, che si diede all’alcol e venne licenziato dall’agenzia governativa segreta per aver sparato a un compagno in un poligono di tiro.

A questo punto della storia, il governo canadese aveva già deciso di includere Wolverine nel bizzarro progetto Arma X: i responsabili del programma inserendo e manipolando i ricordi erano in grado attraverso il lavaggio del cervello di rendere la loro vittima attuale, un killer senza memoria e senza emozioni.

Per lasciarsi tutto alle spalle, dai ricordi alle guerre, Wolverine si diresse verso lo Yukon ma, appena raggiunte le distese celate, venne rapito dagli agenti del progetto Arma X.

Le sue ossa vennero amalgamate con un metallo indistruttibile chiamato adamantio e lo stesso accade ai suoi artigli; che Logan non si era mai realmente reso conto di avere.

Quelli di Arma X non furono però abbastanza in gamba da gestire Wolverine, e il nostro eroe, fatte a pezzi le installazioni della agenzia, si diresse verso le montagne, per vivere come un vero e proprio Ghiottone selvatico.

Venne quì trovato da James ed Heather Hudson, una coppietta felice che stava trascorrendo la luna di miele sulle montagne canadesi. Gli Hudson portarono a casa Logan e presto si resero conto di avere a che fare con una creatura metà uomo e metà bestia con ossa indistruttibili e artigli retrattili, ma Grazie alle amorevoli cure di Heather, Logan abbandonò la sua condizione ferina e ritornoò a lavorare per il governo canadese. La sua prima missione  fu una scazzottata con l’incredibile Hulk, mentre in quella successiva venne inviato in Iraq, per aiutare la Delta Force a liberare l’ambasciata americana occupata da mercenari e militari iracheni.

Poco dopo la missione in Iraq, la popolarità dei supereroi salì alle stelle. Il governatore decise allora che anche il Canada aveva bisogno di una squadra di supereroi e ingaggiò Logan come leader del gruppo in via di formazione chiamato The Flight; egli ebbe un bel costume giallo e blu e il soprannome di Wolverine, ottenendo l’ncarico di formare e giudare un gruppo inseparabile di eroi canadesi quali: Snowbird, Smart Alec, Sergente Elmo, Stitch e Groundhog, coi qual combattè il supercriminale americano Egghead. Wolverine diresse alla grande la sua squadra bloccando la minacce di questo malvivente. Purtroppo Sergente Elmo perse la vita, Groundhog diede le dimissioni e la The Flight venne smembrata in tre gruppi: Alfa, Beta e Gamma. La prima, la alpha flight diventò la principale squadra di supereroi canadese con Wolverine al comando. L’uomo però era assolutamente imprevedibile. La missione riguardante Egghead allontanò Wolverine dalla Alpha Flight, e nemmeno James Hudson riuscì a riportarlo all’interno del gruppo. In seguito, alla scoperta che il suo antico maestro Okun si era trasformato in un essere malvagio, ritornò ancora in Canada, e quì Wolverine decise di dichiararsi al suo amore “non corrisposto”, Heather Hudson, e dopo aver subito un pesante rifiuto alla sua proposta sentimentale, abbandonò il dipartimento H dopo aver collaborato al reclutamento di Sasquatch e Aurora.

Quando facciamo la conoscenza degli X-Men il primo gruppo di supereroi (Ciclope, Bestia, Angelo, Uomo Ghiaccio e Jean Grey) reclutati da Charles Xavier – il Professor X – era rimasto imprigionato sull’isola di Krako e aveva bisogno di aiuto. Xavier chiama in loro soccorso lo “svincolato” Logan e l’operazione si conclude con successo e senza disperdersi. Fu allora cheil Professor X fece a Wolverine un’offerta irrifiutabile: entrare nella loro squadra di supereroi mutanti. I vecchi X-Men fecero così posto ai nuovi, tutti tranne Ciclope, alla cui ragazza, Jean Grey, Wolverine si propotentemente sostituito. Con i nuovi X-Men, questi trova finalmente la sua strada, incontrò uno spirito a lui affine (Nightcrawler) e una vecchia conoscenza (Banshee) ma, soprattutto, si sentì a casa come mai prima.

I guai però sono sempre in agguato e Thunderbird, uno dei nuovi acquisti, rimase ucciso e per gelosia o chissà cos’altro, Mac Hudson inganno uno sconvolto Wolverine per farlo tornare nella Alpha Flight. La situazione ora era tremendamente confusa: il Professor X e Jane Grey erano convinti che gli altri X-Men fossero morti mentre in realtà erano finiti in Giappone; e fu proprò che in Asia che Wolverine trovò ora qualcosa di molto prezioso: Mariko Yashida, la donna che fu lA più vicina a rappresentare l’amore della vita per lui.ù

Gli sforzi per arrivare all’altare procurarono a Wolverine e agli X-Men guai di tutti i generi: dallo scontro con Rogue e Carol Danvers, da cui scaturì una nuova Miss Marvel con dei ricordi soltanto parziali del suo amore per Wolverine; al tentativo di Viper di avvelenare la squadra di mutanti, che portò Rogue, ormai perdonata per l’insubordinazione, sul punto di morire (solo un bacio di Wolverine la salverà, trasferendo in lei la sua forza guaritrice).

In effetti, i due innamorati attraversarono peripezie tali che il matrimonio sembrava oramai improbabile: prima di poter anche solo pensare di sposare Mariko, Wolverine venne costretto a  battere il suo antico maestro Ogun per riscattare l’anima di Kitty Pryde; a combattere Lady Deathstrike per ottenerne il diritto sul proprio scheletro; ed infine cercare di impedire a Silver Fox di avvelenare Mariko con il veleno del pesce palla durante le nozze.

Una differenza fondamentale tra il nuovo passato frutto del progetto Arma X e il vecchio passato presumibilmente reale, consiste nel fatto che nella nuova versione dei fatti Sabretooth uccide veramente Silver Fox, e fu così che Wolverine così seppellì l’ennesima ragazza, dopo Janice, anche Mariko – evento questo che fa allontanare l’uomo  con la consapevolezza che alcuni suoi ricordi piacevoli erano frutto di una fantasia manipolata e nulla più.

Un ormai svuotato e sfinito Wolverine venne condotto da Magneto sulla sua stazione spaziale e privato con violenza brutale, del suo scheletro di adamantio, grazie ai poteri magnetici del forte mutante. Logan privato di tutto, decide di abbandonare gli X-men e tornare in Giappone per ritrovare se stesso presso Silver Samurai e prepararsi per lo scontro decisvio con Sabretooth.

Dopo molti scontri in cui è parso che, uno dei due non ne sarebbe uscito incolume, giunse il momento in cui le provocazioni di Sabretooth fecero sì che gli artigli di Wolverine, ora semplicemente ossei, si allungassero proprio nel cervello del suo rivale.

Genesis decise di aiutare l’amico a recuperare l’adamantio perduto, ma il tentativo di restituire a Wolverine il suo scheletro indistruttibile tramite la fusione del metallo recuperato daCyber, e il suo corpo, fallì miseramente mandando l’uomo in una nuova condizione di irrazionalità ferina. Sarà l’eroina greca Elektra, a sottrarre Logan dalla sua condizione disumana.

Dopo aver combattuto lo spirito errante di Ogun e aver trovato morta un’altra antica fiamma, Ai Chi-a, trucidata dallo spietato killer McLeish, Wolverine fu costretto a un matrimonio riparatore con Viper (Madame Hydra), che si fece sposare rammentando un vincolo presente in un vecchio contratto stipulato tra il canadese e Seraph. Durante le sgradite nozze, ci fu per Logan un altro imprevisto, il ritorno di un Sabretooth riportato in vita da Magneto e reso inattacabile dal suo adamantio trapiantato nel corpo del rivale. Con Sabretooth ormai indistruttibile e smanioso di combattere, ci fu lo scontro finale tra i due mutanti, in cui Wolverine contro ogni probabilità elimino la nemesi Sabretooth

Questo ci porta oggi, con le ossa di nuovo piene di adamantio e la scatola piena di sigari, e con degli scrittori di talento che portano avanti la narrazione, le avventure di Wolverine lo vogliono di nuovo a capo degli X-Men, più forte, pericoloso e determinato che mai; perché solo lui deve e può esserlo.

Articolo e Illustrazione Christian Imbriani

adv