MFX2: “Saving your Lovin”, per un’estate da ballare

adv      

 

di Lorenzo Tiezzi

Gli MFX2, ovvero Marco Fratty & Marco Flash , sono due super dj producer bergamaschi che da decenni fanno ballare il mondo.  In particolare Marco Fratty, già membro dello storico gruppo dance FPI Project tra fine anni ’80 e anni ’90 / 2000 ha conquistato le classifiche internazionali con varie hit tra cui la famosa “Rich in Paradise”.

Recentemente gli MFX2, hanno remixato la versione di Good Times interpretata dalle Sister Sledge, un super classico della musica dance.  Pur rispettando la magia dell’originale prodotto dagli Chic, hanno la celebre canzone nel presente con suoni attuali e il risultato è stato un notevole successo Internazionale.

adv

E che succede adesso? Il loro nuovo singolo non è una cover o un remix. E l’inedita e scatenata “Saving your Lovin’ “.  Abbiamo incontrato Marco Fratty & Marco Flash per farci raccontare com’è nato questo brano pieno di energia.

A cosa vi siete ispirati?

Il brano si ispira sempre al sound degli anni 70′ con una voce strepitosa, dinamica e coinvolgente.  La voce è quella di Molly Morgan, che non è famosa, ma noi è piaciuta subito tantissimo. Abbiamo già girato anche il video. E’ molto innovativo, visto che ci sono un bel po’ di ologrammi. Noi ce ne stiamo in console, dove stiamo da una vita e la nostra immagine si alterna con quella dei nostri ‘doppi digitali’. Che dire? Incrociamo le dita! Speriamo abbia lo stesso successo di ‘Good Times’. E’ sempre la gente che decide, in fondo.

Come è nato il vostro remix di “Good Times”?

E’ nato da un’idea di Pippo Landro, che ci ha affidato questo lavoro. Ci piaceva l’originale del 1979, l’avremo suonata migliaia di volte, per cui non l’abbiamo voluta stravolgere.Abbiamo però scelto un ‘vestito attuale’. E forse questa è stata l’idea vincente. Ad esempio è in classifica in Francia da tre mesi e mezzo. E non parliamo delle classifiche dei vari portali, parliamo di quelle ufficiali.

Da dove è logico ripartire dopo lo stop dovuto alla pandemia? 

Chi ama la musica riparte sempre. La passione non muore mai. Si può ripartire dalle proprie idee per creare nuovi suoni e nuovi ritmi. Speriamo di riuscire a ripartire dal Made in Italy, perché sarebbe essenziale. Non solo per noi italiani, ma per tutto il mondo. Perché il nostro sound, come produttori italiani, è decisamente unico.

 

 

 

 

adv