A “Time For Music” gira i dischi Sandro Litti e con il suo dj set esclusivamente in vinile trasporta i telespettatori in un raffinato mondo musicale

adv      

 

Sabato 3 Aprile è andata in onda in prima serata sull’emittente televisiva Mediterranea Tv la sesta puntata di “Time For Music” – il music show televisivo dedicato al mondo del Clubbing ideato da #DiTutto – con un avvincente dj set esclusivamente in vinile di Sandro Litti.

TIME FOR MUSIC ospita in ogni puntata, della durata di 30 minuti, lo show musicale di un top deejay italiano. Il programma, ideato dal gruppo media DiTutto, va in onda tutti i sabati alle 21.30 sull’emittente televisiva Mediterranea tv, sia sui canali del digitale terrestre che in tv streaming (DTT 214 e 698 per la Puglia e 623 per la Basilicata – Tv streaming su mediterraneatv.it e mediterraneatv698.com)

adv

L’intervista al guest deejay

SANDRO LITTI dj

di Lele Procida

Ciao Sandro e benvenuto sulle pagine di Ditutto. Sei un artista poliedrico, i tuoi dj set spaziano nei più svariati generi musicali, mantenendo però sempre una cifra stilistica notevole. Quanto conta il lavoro di ricerca nella realizzazione di un tuo mixato?                                                 

La ricerca musicale conta tantissimo! Ogni giorno cerco di scoprire pezzi musicali sempre più sconosciuti e rari,  studiando  nuove tendenze musicali e soprattutto  culturali, questo per proporre un dj set quanto più possibile avvincente per l’ascolto ed innovativo.

La tua passione per il modernariato si riflette molte volte nel tuo particolarissimo look e nelle tue performance! Hai una collezione incredibile di oggetti e dischi davvero rari e particolarissimi. Vuoi parlarcene?                   

La passione per il collezionismo di oggetti vintage o di modernariato nasce come hobby! Poi è diventato anche lavoro per me. Accumulando tanti oggetti alla fine bisogna anche venderli, per ammortizzare anche le spese continue per acquisti di vinili!

Sei un dj di grandissima esperienza, avendo calcato le consolle dei club più importanti. Come è partita questa avventura? Parlaci dei tuoi inizi.

Ho iniziato come credo tanti nelle radio private agli inizi degli anni 80, le prime paghette arrivano lavorando a metà degli anni 80 in alcune radio private di Lecce! Poi ho cominciato a lavorare nelle discoteche nei primi anni 90! E lì mi sono accorto che il mio amore per la musica diventava sempre più grande quando ero in contatto con la gente e  ho deciso di avvicinarmi ai vari discobar, locali e discoteche.

Da un po’ di tempo ti stai cimentando in sculture che che realizzi con materiali che il mare restituisce sulla spiaggia. Da dove parte questa idea artistico-ecologica?

Amo il mare con tutti i suoi colori e sfumature e in questo particolare periodo stando a casa senza fare niente mi sono  inventato questo passatempo che mi rilassa tantissimo, andare a raccogliere legni spiaggiati e assemblarli per creare qualcosa di personale ed artistico. Alla fine ho notato che questa idea è piaciuta a tante persone e amici!

Hai dei consigli da dispensare a chi si affaccia solo adesso al mondo del djing?  

A tutti consiglio sempre di suonare con il magico e caldo suono dei vinili di investire quindi nell’ acquisto di due giradischi e non di lettori CD! Di ascoltare sempre musica perché fa bene! E di provare a fare un po’ di differenza musicale per distinguersi dalla massa.

Come sempre per concludere la nostra intervista, i saluti di Sandro Litti ai lettori di Ditutto.

Un caro saluto a tutti gli amici di Ditutto  e grazie per avermi invitato! Speriamo di ritrovarci tutti insieme come prima ad abbracciarci! Sarebbe davvero bello dopo questo lungo periodo di varie difficoltà.

 

 

adv