ELASI: è uscito il nuovo singolo “Valanghe”. Un talento originale e cristallino in una danza colorata. L’Ep a ottobre

adv      

IL NUOVO SINGOLO CHE ANTICIPA L’EP DI ESORDIO PER NEVER ENDING MINA

Una danza liberatoria e trascinante nel fuoripista di questo mondo veloce.
Un invito colorato a lasciarsi andare e farsi travolgere da idee coraggiose, passioni viscerali e amore, quello più puro e autentico.

Esce oggi venerdì 18 settembre “Valanghe”, il singolo che anticipa “Campi Elasi,” l’Ep di esordio di ELASI, uno dei talenti più originali e cristallini del panorama musicale italiano, in uscita a fine ottobre per Never Ending Mina con distribuzione di Artist First.
Ascolta “Valanghe” qui: https://elasi.lnk.to/Valanghe

La traccia, prodotta dalla stessa Elasi insieme a Stabber, è un mix di tessuti elettronici, groove dance ed etnici, arrangiamenti vocali psichedelici, chitarre non convenzionali, tabla e canti sufi del maestro indiano Kamod Raj.

Il risultato è un caleidoscopico cocktail musicale, che assorbe e reinterpreta le influenze più disparate e provenienti da ogni dimensione artistica. Un sound che mescola pop, funk, disco e mille altre sfumature, frutto di una curiosità musicale insaziabile e di un’energia creativa irresistibile.

adv

Elasi ama esplorare suoni che arrivano dai mondi più disparati: ecco perché in ogni traccia dell’Ep c’è sempre l’intervento musicale di un artista proveniente da qualche punto lontano del pianeta, con il quale ha lavorato in remoto via web.
“Valanghe” è una finestra magica sul mondo surreale, colorato e squilibrato di ELASI. Un universo variopinto, onirico e pieno di meraviglie, dal quale non si può fare altro che lasciarsi avvolgere e conquistare.

Testo “Valanghe”

Lunga vita a noi
Lunga vita a noi
Che stiamo così bene
Lunga vita a noi
Lunga vita a noi
La sapremo trattar bene
Voglio l’amore ai tempi dei nonni
Voglio passioni da notti insonni
Voglio le voglie e le idee viscerali
Non ti puoi unire a masse virtuali
Voglio una nuova profezia nella parola
Dentro le canzoni, le promesse e la scuola
Se vuoi indietro le ideologie
Prenditi cura delle tue manie
E che male c’è
Se nel fuori pista
Di una vita in discesa
Diventiamo valanghe
VA VA VALANGHE E VA VA VALANGHE E E VA VA VALANGHE E LUNGA VITA A NOI
Gattini gattini dei miei stivali
innaturale evoluzione del neutrale
Voglio accettare giustificazioni
Voglio alluvioni di eccezioni
Voglio scambiare ansia e attesa
Con novità, azione, sorpresa
E se proprio non riesci a non essere teso
Trasforma in corda di chitarra ogni tuo peso
E che male c’è
Se nel fuori pista
Di una vita in discesa
Diventiamo valanghe
VA VA VALANGHE E VA VA VALANGHE E E VA VA VALANGHE E LUNGA VITA A NOI
Centrifuga di cose che fanno bene
È via di fuga da tutte le pene
Fai quel che ti va
Non aspettare niente
Vivi in libertà
Pensiero indipendente
E che male c’è
Se nel fuori pista
Di una vita in discesa
Diventiamo valanghe
E che male c’è
Se nel fuori pista
Di una vita in discesa
Diventiamo
VA VA VALANGHE E VA VA VALANGHE E E VA VA VALANGHE
E LUNGA VITA A NOI
BIO

Da che posto arriva ELASI? Da Alessandria (d’Egitto?), da un frutteto cubano, da una sala giochi di Tokyo, da un quartiere berlinese o da dove?

Sicuro da tanti luoghi del globo provengono i ritmi esotici, le strobo, gli strumenti etnici e le sperimentazioni digitali, che lei ha ascoltato, toccato, interiorizzato e fatto esplodere nelle sue produzioni. Tutto si fonde nello strambo mondo in cui ELASI immerge tanto la sua musica quanto se stessa: mescola, corre e rincorre le esperienze e le contaminazioni (s)co(i)nvolgenti dei suoi “trip” reali, virtuali e mentali.

Quindi da dove arriva ELASI? Da ovunque chi abbia la curiosità di ascoltare si riesce a lasciare trasportare. Di certo il suo mondo è pop, ma ha confini geografici fluidi e si mixa in mille stili (dalla bossa al funk dalla disco all’afrobeat).

Con una formazione di chitarra classica al Conservatorio Vivaldi (Alessandria), di produzione musicale in uno studio di Los Angeles, ELASI si è esibita sui palchi di importanti realtà italiane (Blue Note, MI AMI Festival, Home Festival…) e ha vinto borse di studio e premi per il suo progetto artistico (Bando ORA!X, Miglior canzone e miglior arrangiamento al Bindi, artista del mese su MTV New Generation, Berklee Umbria Jazz Clinics…).

Tra il 2019 e il 2020 pubblica quattro singoli (Benessere, Vivo di Vividi Dubbi, Si Salvi Chi Può e Continenti) e presenta il suo progetto “CHI”, performance crossmediale di videoarte, realtà aumentata e musica arrangiata a distanza in remoto con musicisti da 7 diversi paesi del mondo.

“Valanghe” è il suo nuovo singolo che anticipa l’Ep d’esordio “Campi Elasi”, in uscita a ottobre 2020 per Never Ending Mina con distribuzione di Artist First.

 

 

adv