ROMA. Premio Nazionale Carlo Casalegno 39 Edizione

dott. Lehn (kaspersky), Spilabotte, Curcio, Ciccioriccio, De Felice, Vitali - Ph. Sirolesi
ADV      

 

L’evento organizzato dal Rotary Club Roma Nord Ovest all’Hotel Parco dei Principi

 

ROMA. Dinner di gala nei saloni dell’Hotel Parco dei Principi di via Frescobaldi, allietato dalla voce del tenore Giuseppe Gambi per festeggiare il Premio Nazionale Carlo Casalegno, intitolato al giornalista vicedirettore de “La Stampa” ucciso dalle Brigate Rosse negli anni di piombo, precisamente nel 1977.

Per ricordarlo, da circa 40 anni, il Rotary Club Roma Nord Ovest, attualmente presieduto dalla granitica Maria Carla Ciccioriccio, ha istituito questo importante riconoscimento, con il supporto di Kaspersky e il patrocinio di Senato della Repubblica, Regione Lazio e Città Metropolitana di Roma Capitale.

Quest’anno, per la XXXIX edizione, tutti i Rotary Club d’Italia all’unanimità hanno scelto di premiare per il faticoso lavoro svolto da sempre nelle emergenze il Dipartimento della Protezione Civile. A ritirare dalle mani della Ciccioriccio il riconoscimento, una scultura d’argento rappresentante un cavallino rampante, simbolo del premio, è stato l’ingegner Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile.

ADV

Che ha ricordato sul palco con un interessante discorso tutti gli importanti interventi della Protezione Civile dal ’68 a oggi. Mentre la Ciccioricco ha detto che “Libertà, fraternità, amicizia e spirito di servizio vennero propugnati da Paul Harris quando, nel 1905, diede vita al primo Rotary Club. Dopo oltre un secolo rappresentano tuttora le linee guida alle quali tutti i Rotariani debbono ispirarsi sia nello svolgimento delle loro attività quotidiane sia nell’espletamento delle azioni individuate nell’ambito dei progetti propri di ciascun Club”.

La cerimonia è iniziata alle 18 in forma solenne, con l’Inno d’Italia cantato dal tenore Giuseppe Gambi. Ad introdurre la cerimonia, l’ing. Alessandro Bolzan Mariotti Posocco; interventi dell’avv. Alfredo Vitali e della senatrice Maria Spilabotte, conclusioni del Governatore del Distretto 2080 Rotary International avv. Claudio de Felice che ha ricordato che tutti i Rotary Nazionali hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa con la Protezione Civile nel luglio 2016, per mettere a disposizione le loro professionalità in caso di emergenze. Dopo gli applausi e i flash, serata di gala per 200 selezionatissime persone.

Tra i tavoli, l’Ammiraglio di Squadra Paolo Treu, Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare; il Generale di Brigata Aerea Mauro Lunardi, Capo del 6° Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica; il Colonnello Massimo Tuzza, Comandante 6° Reggimento Genio Pontieri; il Capitano di Vassello Sandro Gallinelli, Capo Ufficio Terzo Reparto Capitanerie di Porto; il Tenente Colonnello Stefano Corsi, Comandante del Gruppo Pronto Impiego Guardia di Finanza di Roma; il prof. Annibale Marini, Presidente Emerito della Corte Costituzionale; il dr. Massimo Barra, Presidente Commissione Erna della Croce Rossa Italiana. E poi, oltre ai numerosi Governatori Emeriti del Rotary-Distretto 2080, ecco anche Bianca Maria Caringi Lucibelli, Morten Lehn della Kaspersky e Paola Saraceno.

Vale la pena ricordare che il premio è andato negli anni a giornalisti di rango come Giampaolo Pansa, Giorgio Bocca, Ferruccio De Bortoli, Piero Angela, Bruno Vespa, Carlo Rossella, Enrico Mentana, Tiziana Ferrario, Chiara Berie d’Argentine, Tony Capuozzo, Marcello Veneziani, Cesara Buonamici e tanti altri. Ma anche a Uto Ughi nel 2010 e a Medici Senza Frontiere e Istituto Mario Negri nel 2008.

Gabriella Sassone

 

 

 

ADV
SHARE

LEAVE A REPLY

capcha *