DITUTTO – Intervista Esclusiva alla cantante milanese ELISA SAPIENZA

ADV      

IL TEMPO VOLA ” (Ma-Va’ Music Label), è il primo EP di inediti della cantante milanese Elisa Sapienza.

 Cinque brani elettro pop dalle sonorità moderne e accattivanti più una versione acustica, che raccontano la presa di coraggio di una giovane artista che decide di mostrare per la prima volta piccoli pezzi di sé.

“Il Tempo Vola” oltre che il titolo di un brano è anche un’esortazione a se stessi, per non sprecare il tempo e le opportunità che la vita ci mette davanti.

Questa l’intervista rilasciata a DiTutto in occasione dell’uscita dell’Ep.

 

ADV

Ciao Elisa, parlaci di te e di cosa ti ha spinta a intraprendere la carriera di cantautrice.

Studio musica da quando ero piccolina. Mi sono appassionata al canto e questo ha fatto sì che intraprendessi degli studi che mi hanno portata a essere anche insegnante di canto. Nelle mie giornate scrivo tanto da sensazioni personali a quello che vendo, cerco di chiuderlo in pensieri che poi piano piano si trasformano in canzoni.

“Il Tempo Vola” è il EP di debutto. Com’è nato? Ti va di raccontarci qualcosa?

E’ nato da un atto di coraggio. Dopo aver sprecato tanto tempo e aver pensato che non era mai il momento giusto, mi sono detta che dovevo avere il coraggio di pubblicare tutto quello che scrivevo. Mi ha aiutato anche il lavoro con dei grandi professionisti in questo settore. Su tutti, Filadelfo Castro, che è una colonna portante di questo EP, oltre che essere tra i più grandi produttori musicali in Italia, e che ringrazierò per sempre per quanto mi ha donato.

Puoi descriverci il tuo processo di scrittura?

Non c’è un processo definito. Le emozioni non hanno standard. Ti arrivano e ti colpiscono. La cosa più difficile è trasformarle in parole e musica. Spesso è un percorso lungo, altre volte ci vuole un attimo. E’ un misto di arte e artigianato difficile da spiegare, è la sublimazione di ciò che vivo.

Cosa hai ascoltato maggiormente mentre lavoravi al disco?

Ci sono degli artisti che amo e che accompagnano le mie giornate come Elisa e Lady Gaga e Ultimo. Non sono una vera e propria ispirazione, ma una carica o un conforto quando ne ho bisogno. Ci sono poi degli autori italiani che ammiro come Bersani e Baglioni che hanno scritto dei veri capolavori, ai quali tutti noi siamo legati.

A proposito, cosa pensi della scena musicale italiana?

E’ in una fase di transizione difficile da decifrare. C’è tantissima offerta, basti pensare che una canzone ha una durata media brevissima, ma nessuno ricorda più una canzone significativa dell’anno scorso o di due anni fa. La cosa che ritengo importante è che ognuno che decide di fare musica lo faccia pubblicando brani di qualità, ricercati, che possano piacere all’ascoltatore. Penso che sei io faccio un brano bello, in cui mi impegno, possa essere apprezzato e così l’ascoltatore avrà voglia di andare a scoprire un altro emergente. In questo modo ci aiutiamo un po’ tutti.

Progetti per il futuro? Dove ti vedremo quest’estate?

Inizio il mio piccolo tour di presentazione dell’EP il 29 giugno al TNT di Milano, poi a breve confermeremo altre date e spero di portare la mia musica a più persone possibili. Basta seguire i miei profili social per essere sempre aggiornati sui prossimi live.

DT