DITUTTO. Intervista Esclusiva a MARIA CHIARA DI CARLO vincitrice del contest Voice… InCanto: “Per la prima volta portavo un inedito e non pensavo potesse piacere tanto alla giuria e al pubblico”

ADV      

 

di Patrizia Faiello

Oggi DiTutto vi propone l’intervista a Maria Chiara Di Carlo, vincitrice del contest “Voice…Incanto” organizzato dal Comitato Festeggiamenti Santa Rita da Cascia lo scorso 23 giugno a Roma.

La giovane cantautrice ha partecipato a vari concorsi tra cui il “Cantagiro”,dove è arrivata in finale, il “Tour Music Fest”, “Allumiere in canto”, dove si è aggiudicata il premio della critica, e “Je so pazzo” dove si è aggiudicata la finale.

Maria Chiara studia lingue, canto e produzione musicale. Il suo idolo è Beyonce.

ADV

Quando ti sei avvicinata alla musica?

All’età di 4 anni dove ho iniziato con la danza, ma non ero completamente soddisfatta, così all’età di sei anni mi sono avvicinata alla musica e al canto. Ho iniziato a studiare canto con il maestro Max Petronilli fino ad arrivare ad oggi,
alla scuola di canto di Lorena Scaccia con l’insegnante Francesca Borrelli.

Come nasce l’idea di voler partecipare con un tuo brano al contest “Voiceincanto”?

Ho visto la pubblicità su internet e mi sembrava molto carino, soprattutto potevo cominciare a mettermi in gioco con un mio brano inedito piuttosto che con una cover. Credo sia importante fare concorsi per imparare a stare su un palcoscenico insieme ad altri artisti, non tanto per la competizione, quanto per ascoltare vari stili di vocalità e musicalità, e soprattutto per avere giudizi costruttivi dai giudici per poter sempre migliorare.

“Super poteri da stronzo” è il brano con cui hai vinto di cosa parla?

Parla di una storia d’amore iniziata durante una vacanza estiva e finita male.
Come tutte le storie che iniziano bene, con tante promesse, può capitare che alla fine svaniscano ai primi ostacoli della vita.

Ti aspettavi la vittoria?

No assolutamente Patrizia. Ci speravo visto che era anche il giorno del mio compleanno e mi sarei fatta un bel regalo. In gara c’erano molti artisti validi e sentire il mio nome come 1° classificato è stata una bellissima emozione, ne sono davvero felice. Per la prima volta portavo un inedito e non pensavo potesse piacere tanto alla giuria e al pubblico. Ringrazio anche il coautore del brano Riccardo Brizi e l’arrangiatore Alessandro Maffei per la buona riuscita.

 Esperienze di questo tipo cosa lasciano ad un giovane emergente?

Una grande gioia inaspettata, ma anche tanta paura, visto che mi mettevo in gioco con un brano inedito. Mi hanno colpito tanto anche i miei compagni che mi hanno elogiata nel momento della vittoria.

Qual è stata l’esperienza musicale più significativa che finora hai vissuto?

Il tour music fest, con un corso formativo diretto dal grande Mogol, dove ho potuto cogliere numerosi consigli per affrontare il mio percorso artistico. Spero di poterne vivere ancora altre vista la mia giovane età.
A chi rivolgi un ringraziamento speciale?

A mia madre Rosa Maria in particolare, e alla mia famiglia che ha permesso che potessi inseguire il mio sogno. A Riccardo Brizi per avermi insegnato e aiutata ad affrontare un percorso da cantautrice.A Francesca Borrelli per il sostegno ogni volta che affronto una nuova esperienza artistica, e per i suoi consigli tecnici e pratici del mestiere.  Ad Angelo Lucignani e la scuola di canto Lorena Scaccia per lo studio del metodo Nora Orlandi e a tutti i ragazzi della scuola di canto perchè ci sosteniamo sempre.

Progetti Futuri?

Continuare a studiare e preparare un album di miei inediti.

Qui il suo videoclip: https://youtu.be/vqzFY8ROx4U