Come potenziare il sistema immunitario per l’inverno

immune defense
ADV      

Cominciamo dall’alimentazione. Sono necessarie almeno 5 o 6 porzioni tra frutta e verdura, badate bene a variare il colore dei vegetali per ottenere la massima quantità possibile di bioflavonoidi, antociani e polifenoli, tutti ad attività fortemente antiossidante.

Bisogna mangiare poca carne rossa, molto pesce, tanti legumi e cibi integrali.

Evitate i grassi saturi, il burro e gli oli fritti. Questo schema dietetico è anche un’arma interessante per il sovrappeso.

L’attività giornaliera, venti o trenta minuti di passeggiata sostenuta, per esempio, allerta il sistema immunitario.

ADV

Non fumare mai. Non bere alcolici, al massimo mezzo bicchiere di vino rosso (ricco di resveratrolo- un potentissimo antiossidante).

Quali sono invece gli prodotti più interessanti?
Da studi effettuati partirei sempre dall’acido ascorbico, la vitamina C.
Le sue proprietà generali sono note: un grammo al giorno, magari potenziato da 500 mg di vitamina C2 (bioflavonoidi), quei principi attivi di cui sono ricchissime le bucce di limone, pompelmi ed arance per esempio. Esistono migliaia di integratori di Vitamina C, spesso aggiunti a rosa canina.

Esiste anche una forma esterificata che penetra molto di più all’interno della cellula ed è soprattutto consigliata a chi soffre di gastrite perché in quella forma non c’e’ l’acidità’ diretta dell’acido ascorbico.

Ecco, consiglio un grammo al giorno di vitamina C per tutto il periodo invernale. E manterrei la stessa dose per tutto l’anno perché molti studi evidenziano i benefici di tale sostanza.

Naturalmente la dose di un grammo è molto più alta di quella consigliata dalla FDA americana (60 mg dì, 100 mg per chi è un forte fumatore).
I benefici della vitamina C sono estremamente interessanti al lungo termine.

Parliamo poi del betacarotene.
Il betacarotene è noto per favorire e mantenere d’estate l’abbronzatura, ma una capsula al giorno rafforza le mucose, quella orale e polmonare (soggette ad infiammazione durante le infuenze), perchè tale molecola è il precursore (provitamina) della vitamina A.
A differenza della Vitamina A o retinolo, il betacarotene non presenta gli effetti tossici (soprattutto epatici) ed è quindi molto più maneggevole.

Consideriamo poi che un’integrazione costante di betacarotene avrà sicuramente un effetto straordinario sull’epidermide. E sulla futura abbronzatura. Una dose giornaliera fino a 25.000 unita’ internazionali può essere tranquillamente assunta. Non e’ consigliata negli ipotiroidei e nei forti fumatori.

E poi consiglio un integratore di Echinacea (Echinacea Purpurea) 250 mg, per 2 settimane al mese.

L’Echinacea è un forte immunostimolante e se assunto con 15 mg (fino a 30 mg) di Zinco offre una protezione molto efficace. E poi una capsula di Resveratrolo ottenuta dalla buccia dell’uva rossa o dal ”Polygonum cuspidatum”.

Riassumiamo: 1 grammo di vitamina C con bioflavonoidi, 1 capsula di betacarotene, 1 di zinco, 1 di Echinacea e 1 di Resveratrolo.

Ecco,questo potrebbe essere un ottimo scudo antiossidante e antivirale ma anche antinvecchiamento e antistress.

Ma ricordiamo che nessun integratore potrà sostituire le buone e sane abitudini di una vita corretta. Sana alimentazione, attività fisica ed un buon rapporto spirituale con se stessi e con gli altri. Dopotutto ricordate che lo stress abbassa le difese immunitarie.

Rosario Porzio 
Clicca qui per la scheda

 

 

ADV