Aromaterapia: benessere psico-fisico

ADV      

Nel grande mondo della Medicina Naturale ed Alternativa l’aromaterapia (termine coniato nella seconda decade del 1900) occupa uno spazio decisamente ampio ed importante. L’uso di oli concentrati estratti dalle piante (oli essenziali o essenze aromatiche) è una metodologia di origine molto antica. Persiani, Egiziani, Grecie Romani erano esperti nell’aromaterapia.

Gli oli essenziali più svariati sembrano avere un grande effetto preventivo e terapeutico in molte malattie, soprattutto della sfera psico-fisica. Per ‘Aromaterapia’ intendiamo quindi un approccio terapeutico alternativo naturale  che agisce  sullo stato  fisico, mentale e spirituale del paziente, un metodo olistico spesso associato a cromoterapia e cristalloterapia, capace di portare il paziente all’equilibrio e all’armonia. Gli oli essenziali possono essere inalati,massaggiati, aggiunti ai  bagni e in qualche caso specifico possono essere ingeriti.

L’inalazione sembra essere il metodo di assorbimento più veloce ed importante per gli oli essenziali che sono oli volatili facilmente assorbibili con l’inspirazione. Molti aromaterapeuti sostengono che arrivati al cervello attraverso l’inalazione , gli oli riescono a facilitare la produzione di sostanze endogene capaci di influenzare la sfera psichica del paziente (malattie psicosomatiche) e di promuovere addirittura l’autoguarigione. Gli aromaterapeuti dispongono oggi di oltre 300 oli essenziali che possono essere miscelati e utilizzati nei più svariati modi.

Ma come si ottiene un’essenza aromatica?

ADV

L’estrazione di un olio essenziale da una pianta o da una sua parte (foglie,fiori e via dicendo) avviene con la metodica nota come distillazione. L’essenza (secrezione della pianta o di parte della pianta) viene convertita in vapore ed il suo  raffreddamento separerà acqua e olio essenziale. Gli oli essenziali hanno molte attività preventive e terapeutiche,ne elenchiamo alcune: proprietà balsamica ed espettorante per i polmoni ed i bronchi, proprietà antisettica e antimicrobica (contro batteri, virus e funghi), proprietà cicatrizzanti, proprietà antidolorifiche, antispastiche ed antireumatiche, proprietà antistress,ansiolitiche ed ipnoinducenti (inducono il sonno).

Ma quali sono gli oli essenziali più usati e per quale motivo?Eccone alcuni e tra parentesi le loro proprietà. Anice (stimolante cardiaco, digestivo e polmonare, antispasmodico, carminativo), ArancioAmaro e Arancio Dolce (antinfiammatorio, antisettico, battericida, blando sedativo, stomachico, tonico, eupeptico), Basilico (battericida, antispasmodico, tonico nervoso), Bergamotto (cicatrizzante, antipruriginoso, antidiarroico), Camomilla (antispasmodico, ansiolitico, sedativo), Canfora (analettico cardio-respiratorio e antisettico), Cannella (stimolante globale, tonico), Citronella (antisettico, insettifugo ed insetticida), Eucalipto (antisettico delle vie respiratorie, antitosse), Finocchio (digestivo, diuretico, tonico), Incenso (antisettico, espettorante, antidepressivo), Lavanda (antispasmodico, analgesico, antisettico, battericida interno ed esterno, antisettico polmonare, antiemicranie), Limone (antisettico, immunostimolante, fluidificanteematico), Mandarino (aromatizzante, antisettico, antispasmodico, digestivo), Menta (antistress, antiemicrania, stimolanteil sistema nervoso, antispastico, antisettico), Mirra (Antisettico, antinfiammatorio, astringente, balsamico, espettorante), Niaouli (come Pino ed Eucalipto) (antisettico bronchiale e urinario, balsamico e anticatarrale, analgesico ed antireumatico) PACIULI o PATCHOULI (afrodisiaco, antidepressivo, aromatizzante), Rosmarino (tonico e stimolante), Sandalo (afrodisiaco e stimolante),Salvia (tonico e stimolante), Vaniglia (riequilibrante psicofisico).

Rosario Porzio 
Clicca qui per la scheda