Nuova truffa online: falsa promozione commerciale relativa all’iniziativa “Nespresso regala macchina per il caffé”. L’allerta della Polizia Postale.

adv      

Lo “Sportello dei Diritti”: non cliccate mai e consultate i siti ufficiali delle aziende

 

Nella consueta attività dello “Sportello dei Diritti” finalizzata alla comunicazione a tutti gli utenti della rete sui pericoli che si possono incontrare navigando, per la miriade di frodi che vengono perpetrate attraverso i canali social e le email, ci pare opportuno segnalare il nuovo post della Polizia Postale pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” nel quale viene lanciata l’allerta per un nuovo tentativo di truffa che sfrutta il logo della Nespresso. Secondo quanto affermato dalla PolPost:

“Sta circolando attraverso piattaforme social una falsa promozione attribuita alla Nespresso del gruppo Nestlé, secondo la quale verrebbe regalata la macchina del caffé e le cialde del prestigioso marchio.

La falsa notizia è particolarmente ingannevole in quanto, per avvalorare la notizia, utilizza l’immagine dell’Azienda per confondere il consumatore sulla veridicità e sulla provenienza dell’informazione.

adv

La Nestlé, (proprietaria del marchio) che ha presentato formale denuncia alle Forze di Polizia, ha disconosciuto tale attività truffaldina invitando tutti i consumatori a consultare esclusivamente il proprio sito www.nespresso.com

Ricordiamo sempre di non cliccare MAI sui link che arrivano, anche dagli amici, ma digitarli dalla barra delle URL del sito ufficiale della società titolare del marchio.”. E’ bene ricordare ancora una volta che nessuno regala niente per niente.

Ecco perchè dobbiamo diffidare sempre da questo tipo di messaggi e seguire il semplice consiglio di non cliccare mai queste finte promozioni e di verificarne l’eventuale veridicità tramite i siti ufficiali.

Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Giovanni D’Agata
Presidente dello “Sportello dei Diritti”

 

Foto puramente indicativa – fonte web

 

adv