Tre varianti di pane fatto in casa

adv      

 

Il pane è un alimento cardine delle nostra alimentazione, compagno ideale di molte pietanze e protagonista di pranzi veloci e panini gourmet.

Nasce dalla sapiente combinazione di tre ingredienti semplici come farina di grano, acqua e lievito.

Se ci si vuole cimentare nella preparazione di questo accompagnanento immancabile sulle tavole degli italiani, occorre sapere che esistono numerose ricette: ora ne vedremo tre.

adv

Il pane di semola di grano duro

Fragrante e saporito, grazie alla semola di grano duro, questo pane sa come stuzzicare il palato. Fare il pane in casa è alla portata di tutti, anche perchè su siti come La Molisana si trovano indicazioni dettagliate su come preparare un ottimo pane di semola di grano duro. Per ottenere due pagnottine occorrono 1000g di semola rimacinata di grano duro, 700g d’acqua, 30g d’olio extravergine di oliva, 25g di sale e 15g di lievito. Unite in una ciotola tutta la semola e 550g d’acqua, dove avrete già sciolto il lievito, e amalgamate. Versate p

oi il composto in un altro recipiente aggiungendo anche l’acqua restante, il sale e l’olio. Impastate fino ad ottenere un panetto e spostatelo su un tavolo spolverato di semola per lavorare più comodamente. Quando il panetto sarà bello elastico lasciatelo riposare 10 minuti, dividetelo in due e reimpastate ciascun panetto singolarmente. Poggiate tutto sulla teglia del forno, coprite con uno strofinaccio e lasciate riposare per due ore, poi reimpastate e infornate per 15 minuti a 250°.

Il pane ai cereali con semi

Il gusto rustico delle farine poco raffinate utilizzate per questo pane non vi deluderà. Per prepararlo servo

no 500 g di farina ai 7 cereali, 200 g di acqua tiepida, 7 g di lievito di birra disidratato, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, 1 cucchiaino di zucchero e 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaio di semi di cumino e semi misti, come papavero e sesamo. Mescolate farina, olio, lievito, zucchero e i semi di cumino, aggiungete l’acqua a filo e impastate per ottenere un panetto elastico; verso la fine aggiungete il sale. Riponete l’impasto all’interno di un altro contenitore infarinato, copritelo con la pellicola e fate lievitare per tre ore. Quando il volume sarà raddoppiato, trasferite il panetto su una superficie infarinata e dategli una forma cilindrica. Prendete uno stampo per plumcake, foderatelo con carta da forno e ungetelo, adagiatevi l’impasto e lasciatelo lievitare per un’altra ora. Guarnite la superficie del pane con i semi misti e infornate per 40 minuti, i primi dieci a 220° e i restanti a 180°.

Il pane non lievitato

Croccante e sottile, il pane azzimo ha origini ebraiche e si realizza con farina e acqua, quindi l’impasto non richiede lievita

zione né riposo. Per la versione con farina di grano tenero, servono 300g di farina 00 e circa 150 ml di acqua. Procedete creando una fontana con la farina e versatevi l’acqua. Impastate con energia fino ad ottenere un composto elastico da dividere in quattro pezzi. Stendete ciascuno di questi con il mattarello, dandogli una forma tondeggiante e uno spessore di circa 3 mm. Bucherellate la superficie del pane con la forchetta e infornate per 6 minuti a 250°.

Le idee per fare il pane fatto in casa non mancano di certo e questo alimento sano e genuino saprà mettere d’accordo davvero tutti.

 

 

adv