FEDEZ intervista M. CAPPATO (ASS.COSCIONI) che lancia il congresso mondiale per la liberta’ di ricerca scientifica (Etiopia 25-26 Febbraio)

ADV      

Il tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni ospite del podcast di successo “Muschio Selvaggio” condotto da uno degli showman più amati dai ragazzi, e non solo.

Tanti i temi affrontati per lanciare l’imminente appuntamento in programma ad Addis Abeba, in cui si affronterà il “Diritto umano a godere dei benefici della scienza”: dalla DISOBBEDIENZA CIVILE, ALLA LIBERTÀ DI SCIENZA E AUTODETERMINAZIONE, FINO AI DANNI DEL PROIBIZIONISMO IN MATERIA DROGHE.

Guarda una breve sintesi video…

Un “disobbediente” e un “indisciplinato” per eccellenza si incontrano per dar vita a un inedito show. Con grande apprezzamento del pubblico del web. E’ successo nel corso del format di successo Muschio selvaggio, un podcast (trasmissione radiofonica a puntate diffusa in rete), nel quale Fedez e il popolare Youtuber Luis Sal affrontano insieme a differenti ospiti, argomenti di cultura generale, informazione, accadimenti e storia.

C’è sintonia tra Marco Cappato e Fedez su tanti temi, che saranno al centro del sesto “Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica”, l’evento organizzato dall’Associazione Luca Coscioni, co-promosso dall’Unione africana e Science for Democracy e in programma ad Addis Abeba, in ETIOPIA, il 25-26 febbraio 2020. Nel corso della puntata si è parlato di Libertà di Ricerca Scientifica (“In Italia se fai ricerca sulle cellule staminali embrionali utili per combattere malattie come Parkinson e cecità finisci in carcere. Paradossalmente gli embrioni che non vengono destinati alla Procreazione Medicalmente Assistita si preferisce buttarli e contemporaneamente comprarli dall’estero), al proibizionismo sulle droghe (“Liberiamo l’economia da questo inquinamento dei profitti legato alle droghe proibite, e dalla corruzione che ne consegue. Affrontiamo l’utilizzo positivo delle droghe a fine terapeutici e scientifici)

In Etiopia, inoltre, si parlerà del diritto umano a godere dei benefici della scienza, un obiettivo sul quale l’Associazione Luca Coscioni e Science for Democracy sono riusciti a smuovere il Comitato Economico e Sociale delle Nazioni Unite, che tra poco settimane voterà un documento interpretativo (“General comment”) sul diritto umano alla scienza.  Nel Congresso di Addis Abeba verranno approfonditi temi come la ricerca sulle cellule staminali embrionali  e l’editing del genoma umano, la salute riproduttiva, le biotecnologie vegetali e la necessità di aggiornare le leggi allo sviluppo di nuovi prodotti sicuri ottenuti attraverso il miglioramento genetico, l’accesso aperto alla scienza e alla conoscenza, l’intelligenza artificiale e il ricorso alle giurisdizioni internazionali in casi di violazione del “diritto alla scienza”.

Il Congresso Mondiale, coordinato dal Presidente di Science for Democracy Marco Perduca ha l’obiettivo di costruire un ponte tra i Diritti umani classici e i Diritti umani di nuova generazione, legati alla conoscenza e al progresso scientifico-tecnologico. Qui il programma aggiornato https://www.associazionelucacoscioni.it/il-vi-congresso-mondiale-per-la-liberta-di-ricerca-scientifica/

ADV

Oltre alla Professoressa Sarah Mbi Enow Anyang, Commissaria africana per la ricerca e co-sponsor del Congresso, che aprirà il Congresso assieme al Segretario dell’Associazione Luca Coscioni Filomena Gallo, parteciperanno il Professor Mikel Mancisidor, co-redattore del Commento Generale sulla Scienza dell’Onu, il Nobel per la medicina Sir Richard Roberts, e il Professor Michele De Luca, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni. Nella sessione inaugurale è prevista anche la partecipazione della vice-ministra degli esteri italiana Emanuela Del Re. Tra i partecipanti rappresentanti delle accademie scientifiche africane, esponenti delle agenzie del sistema Onu competenti per la scienza e le sue applicazioni.

L’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica

Fondata nel 2002 da Luca Coscioni, un economista affetto da sclerosi laterale amiotrofica scomparso nel 2006, è un’associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriera architettoniche, le scelte di fine vita, la ricerca sugli embrioni, l’accesso alla procreazione medicalmente assistita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.

Sito web: http://www.associazionelucacoscioni.it