FREE MIND FOUNDRY: modello virtuoso di sviluppo che crea nuovi posti di lavoro

ADV      

Simone Massaro raddoppia gli spazi del suo centro di ricerca e cooperazione internazionale e assume oltre 200 persone tra ingegneri e ricercatori

 

Inizia il countdown per l’inaugurazione del nuovo Hub di cooperazione internazionale per la ricerca industriale e l’alta formazione di Free Mind Foundry, che si terrà venerdì 27 settembre alle 9:00, in via Sclafani, 40/B, ad Acireale.

Uno spazio sostenibile ed incentrato sulle persone, fondato dall’ingegnere Simone Massaro, CEO BaxEnergy, con l’intento di contribuire allo sviluppo di tecnologie hardware e software per proteggere e monitorare le infrastrutture critiche del paese, e che entro il 2020 offrirà nuovi posti di lavoro ad oltre 200 persone, tra tecnici ed ingegneri, portando il totale a 450 risorse.

Saranno presenti numerosi rappresentanti del mondo politico, istituzionale e imprenditoriale fra cui Stanislao Di Piazza Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Monsignor Antonino Raspanti, Vice Presidente Conferenza Episcopale Italiana e l’AD di Huawei, Thomas Miao che si confronteranno in un dibattito libero sui temi dello sviluppo e della ricerca tecnologica.

Con loro anche il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e gli assessori regionali ai Lavori Pubblici, Marco Falcone, allo Sviluppo Economico, Domenico Turano, alla Formazione, Roberto Lagalla,      all’ Economia, Gaetano Armao, alla Sanità, Ruggero Razza, al Turismo, Manlio Messina e all’Agricoltura, Edgardo Bandiera.

ADV

Del parterre degli ospiti faranno parte infine, Massimo Inguscio, Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche CRN, Mohamed Boudra, Presidente associazione municipalità del Regno del Marocco, Abu Ghanimeh, Preside della Facoltà di ingegneria e Tecnologia ad Amman, in Giordania e Alain Fremaux, Direttore IBM Business Development, EMEA .

“La nostra sfida sarà di promuovere una maggiore conoscenza, profonda, concreta e fattuale – spiega Simone Massaro –  delle tecnologie digitali e dell’impatto che possono avere sull’economia del nostro Paese e dei Paesi che vorranno collaborare con noi”.

Un momento di riflessione, tra i più importanti degli ultimi 10 anni per il suo spessore etico e culturale, che sarà coordinato dal giornalista Salvo Fallica.

“L’evoluzione del mondo del lavoro e del contesto socio economico ambientale e culturale – sottolinea Raspanti – implicano una modifica delle nostre attuali sicurezze. La capacità di guardare oltre, di immaginare e di realizzare progetti, alimentano l’entusiasmo e la speranza così da facilitare una migliore interazione tra i giovani nei loro diversi ruoli. Importante è coltivare ogni giorno alcuni ingredienti essenziali: passione, coraggio, perseveranza e prudenza”.

A scandire la giornata inaugurale dell’Innovation Hub, una fitta agenda di appuntamenti, che prenderanno il via a partire dalle 9 con il convegno che sarà seguito da una visita all’interno della struttura dalle 11:30 alle 14:00. Nel pomeriggio, saranno previsti dei Workshops di approfondimento tematico.