Quando l’arte è provocatoriamente preziosa fino al punto di rubarla…è il caso di “America” il wc in oro di Cattelan

ADV      

 

di Ester Campese

E’ stato davvero uno straordinario furto quello di “America” il water realizzato totalmente in oro dal ragguardevole peso di 103 kili e realizzato dal provocatore artista concettuale Maurizio Cattelan che iniziò la sua carriera negli anni 80 a Forlì.

Il suo percorso artistico si è sviluppato nell’ambito dell’avanguardismo del novecento ma con un orientamento molto critico, anzi dissacrante. Spesso le sue sono opere con una certa mescolanza tra scultura e performances che includono azioni provocatorie, pezzi teatrali, di tutto un po’ pur di risvegliare quell’approccio critico di cui si fa latore.

E’ il caso di molte delle opere di Maurizio Cattelan inclusa questa, “America”,  che ha particolarmente destato scalpore per il suo furto dal Blenheim Palace nel Regno Unito. Il water del tutto funzionante poteva essere usato dai visitatori con il pagamento di un ticket e perché no anche per farsi un veloce selfie nel particolare bagno.

ADV

Tra molte delle opere provocatorie di Maurizio Cattelan sicuramente da menzionare c’è anche L.O.V.E. acronimo di «Libertà, Odio, Vendetta, Eternità» che comunemente è nota con il nome di “Il Dito”, si tratta di una scultura collocata a Piazza Affari a Milano di fronte a palazzo Mezzanotte, sede della Borsa milanese che ha il dito medio ben steso in quella direzione.

Tornando al Water  “America” possiamo dire che è stato immediatamente ritrovato e fermato l’autore del furto ma il wc risulta ancora “vacante”.

 

Foto: fonte web