“Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

ADV      

Il presidente Di Gioia: “Agosto è un mese particolarmente difficile per gli anziani, occorre più disponibilità da parte delle famiglie”

 

“Il tempo libero è sempre poco  e soprattutto in questo periodo di ferie si preferisce andare in vacanza e dedicare del meritato tempo a se stessi. Ma non dobbiamo dimenticare i nostri parenti o i conoscenti in età avanzata, che soffrono maggiormente la solitudine in giornate come queste, in cui le temperature elevate non permettono nemmeno il sollievo che può dare una semplice passeggiata”.

E’ l’appello lanciato dal presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, in vista del periodo dell’anno in cui gli anziani soffrono maggiormente di solitudine. “E’ importante riuscire a ritagliare del tempo per stare con i nostri cari in questo periodo”, prosegue il presidente degli psicologi pugliesi.

“Per soggetti emotivamente fragili, il rischio di abbandonarsi alla noia e all’isolamento può provocare stati di ansia o acuire stati depressivi. Non sono da sottovalutare le possibilità di gesti pericolosi in questi giorni in cui restare lucidi è più complesso per alcuni soggetti sensibili”.

“Inoltre”, aggiunge Giovanna Teresa Pontiggia, segretaria dell’Ordine, “chiediamo alle autorità locali di istituire una rete di supporto anche psicologico per creare luoghi di incontro per permettere a chi sta meglio di poter continuare ad avere una vita sociale attiva e tutelata, per consolidare la fiducia in se stessi e continuare a svolgere attività o a sentirsi utili. O semplicemente di creare un numero telefonico dedicato esclusivamente agli anziani, con esperti che possano supportare psicologicamente e da remoto chi ha difficoltà a spostarsi”.