Salute mentale, 850mila italiani in cura. Di Gioia: “Non ci spaventino i dati allarmanti, occupiamoci del benessere psicologico degli italiani”

ADV      

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, commenta i dati pubblicati dal Rapporto salute mentale del Ministero della Salute

  

Nei Livelli Essenziali di Assistenza viene sancito il diritto dei cittadini all’assistenza psicologica. Il ruolo dello psicologo, in qualità di professionista della salute, è centrale per il benessere individuale, familiare e sociale, ed è integrato nei sistemi e nelle strutture sanitarie dedicate all’assistenza, e in particolare, quella dedicata alle persone con disturbi mentali con lo svolgimento di prestazioni psicologiche e psicoterapeutiche necessarie e appropriate.

Sono diffusi ed in crescita i problemi mentali che toccano tutte le fasce della popolazione e c’è sempre più bisogno di figure specializzate nell’assistenza. Gli ultimi dati emersi dal rapporto pubblicato a fine giugno risalgono al 2017 ma il trend è in crescita. In Puglia ogni 10mila abitanti adulti ci sono 230 persone con problematiche psichiatriche, assistiti dai servizi specialistici.

Ampia percentuale di pazienti al di sopra dei 45 anni, molto più elevata la percentuale di utenti di sesso femminile rispetto a quella maschile nella classe over 75 anni. “Statistiche che riflettono l’invecchiamento della popolazione ma potrebbero anche essere un campanello d’allarme sul carico di stress accumulato negli anni”, commenta Antonio Di Gioia, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia.

“Dal rapporto emerge un dato che ci deve far riflettere, nel 2017 il 91% degli utenti che sono entrati in contatto con i dipartimenti di Salute mentale hanno vissuto questa esperienza per la prima volta. Oltre 305mila italiani hanno avuto l’esigenza di affidarsi al servizio specialistico.

ADV

E i numeri sembrano in crescita”. “Il benessere psicologico della persona è una delle esigenze basilari di una comunità, se il tassello di un puzzle si dovesse perdere, la visione completa del puzzle stesso creerebbe un disagio visivo”, aggiunge il presidente degli psicologi pugliesi.

“Quando quel tassello si perde nella mente di una persona, essa stessa parte di una rete, il disagio che si crea può essere invalidante nel quotidiano”. L’attività psicologica psicoterapeutica per gli utenti avvicinatisi ai servizi di assistenza nel 2017 è stata pari al 6,5%, una percentuale che “ci induce a ritenere fondamentale un incremento di psicologi tra i progetti di assistenza nei servizi specialistici”, prosegue il consigliere dell’Ordine Massimo Frateschi.

“Investire nella  salute mentale è un impegno che non guarda alle statistiche per il piacere dei numeri, ma per avere un’analisi della realtà più completa e per progettare strategicamente, con pertinenza ed efficacia, il benessere psichico”.