DiSTORY. Intervista Esclusiva al giovane cantautore GKave

adv      

 

Con il suo inedito intitolato “Verso l’orizzonte”
è uno degli artisti di DiSTORY
il disco che celebra il XX° Anniversario di DiTutto

 

di Patrizia Faiello

GKave (all’anagrafe Gabriele Cavalera) classe 1994, ha iniziato a studiare musica all’età di 8 anni e da quel momento è nata la sua grande passione per la musica che lo ha portato a partecipare a diversi festival ed eventi musicali.

adv

 

Quando ti sei avvicinato alla musica?

Sono figlio d’arte, la musica ha sempre avuto un ruolo importante nella mia vita. Probabilmente il fatto che seguissi con estremo piacere mio padre nei suoi concerti Gospel era il primo sintomo della mia malattia.

Come nasce l’idea di voler partecipare con un tuo brano alla compilation “Distory tutti i colori della musica”?

Il caso ha voluto che avessi appena prodotto un brano in italiano quando Francesco Mancarella mi ha contattato per propormi il progetto e io non ho esitato ad accettare.

Di cosa parla il tuo brano?

Di cose diverse a seconda di chi lo ascolta, funziona sempre così con l’arte.

Sei reduce dall’esperienza dell’esclusiva serata musicale per la presentazione di “Distory” dove ti sei esibito dal vivo davanti ad una importante platea, accompagnata dall’orchestra dell’Arca del Blues diretta dal M° Francesco Mancarella. Esperienze di questo tipo cosa lasciano ad un giovane emergente?

Ogni volta che succede scendo dal palco con un’energia pazzesca, eccitato all’idea che di lì a poco lo rifarò e che sarà ogni volta meglio perché più suono e più si rafforza il mio rapporto con il pubblico.

Qual è stata l’esperienza musicale più significativa che finora hai vissuto?

La serata più bella in compagnia della musica penso di averla vissuta suonando per strada

Cosa fai nella vita?

Ho 24 anni e con orgoglio posso dire che per lavoro faccio musica. Mi diverto sia a suonare live che a produrre (brani miei o di altri) in studio.

Chi è il tuo idolo musicale?

Ascolto tanta musica, ma Michael Jackson e Giorgio Vanni sono i miei veri mentori, ho la fortuna essere stimato dal Capitano e magari prima o poi mi concederà un duetto

Progetti futuri?    

Nel 2018 è uscito il mio album (“Tempo Mente”) in inglese che contiene 8 dei primi brani che ho scritto e che con grande piacere ho portato in giro per l’Inghilterra. Ora ho cambiato un po’ rotta, deciso che la mia casa è nel nostro stupendo paese ho cominciato a scrivere in italiano e dopo il discreto successo che sta avendo “Se Soltanto Esistessi” proseguirò con degli altri singoli, niente album per ora. Il tutto chiaramente in parallelo con il progetto Distory.

 

zoom

adv