FIGLINE VALDARNO (FI). INFERNO RUN: madrina partecipante la presentatrice tv FEDERICA TORTI

ADV      

La corsa a ostacoli italiana più partecipata vedrà come madrina partecipante la presentatrice tv Federica Torti

Il 13 e 14 ottobre al Norcenni Girasole Village, in provincia di Firenze, Lucifero, Giuda Iscariota, Malebolge, Cerbero, Limbo sono pronti per sfidare i sempre più numerosi obstacle runner italiani con Inferno Run.

Gli immancabili ostacoli naturali e artificiali dai nomi infernali, di ispirazione dantesca, saranno disseminati sui percorsi misti dell’attesa corsa a ostacoli insieme a nuove avvincenti prove correndo tra vigneti e colline, con cui mettersi in gioco per affrontare e superare i propri limiti.

Federica parteciperà sabato 13 ottobre, quando si terrà la Standard Course (11 km e 30 ostacoli).

In un mix tra natura, fango e ostacoli i tantissimi appassionati di questa disciplina emergente potranno mettere alla prova le proprie abilità: forza, resistenza, velocità e agilità per trasportare pesi, percorrere assi di equilibrio, superare tratti in acqua e ostacoli in sospensione, scavalcare muri e molto altro. Domenica 14 ottobre sarà la volta della Short Course (4 km e 20 ostacoli), aperta anche ai minori dai 13 ai 17 anni.

Sempre domenica spazio anche ai piccoli mudder, dai 4 ai 12 anni, con Inferno Kids, che supporta con il proprio ricavato progetti di solidarietà rivolti all’infanzia e ai giovani. Nell’edizione Mud sosterrà l’AMMeC, Associazione Malattie Metaboliche Congenite onlus, nata per fornire sostegno ai malati e alle loro famiglie, favorire la conoscenza delle malattie metaboliche e stimolare la ricerca medico-scientifica e la prevenzione.

ADV

“ Ho conosciuto le OCR grazie ad amici americani – dichiara Federica Torti – e mi sono subito appassionata a questo sport . Una corsa a ostacoli è un po’ come la vita, a volte infernale, e ti spinge ad affrontare difficoltà e superare limiti rispetto ai quali non penseresti mai di uscire vincitore. Mi piace dire, infatti, che Inferno non è una corsa ma una sfida con se stessi, in grado di regalarti una motivazione e un’energia pazzesca, e i sorrisi e la soddisfazione dei finisher al traguardo ne sono la prova tangibile. Partecipare accresce la fiducia in me stessia perché dopo aver attraversato l’Inferno ti senti un vero diavolo, capace dell’impossibile!